Anche quest’anno, il 21 Novembre Legambiente rinnova l’impegno per la tutela del nostro grande patrimonio verde fatto di parchi urbani, aree boschive e milioni di alberi che difendono il nostro territorio dalla perdita di biodiversità, dai fenomeni climatici estremi, dalle emissioni di CO2.

“Quest’anno dedichiamo la Festa dell’Albero alla prevenzione del dissesto idrogeologico, alla luce delle recenti alluvioni avvenute in Piemonte lo scorso 21-22 ottobre – dichiara Federica Sisti, responsabile campagne di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta- I nostri alberi giocano un ruolo chiave nella difesa del territorio, ancor più ora che, a causa dell’azione sinergica dei cambiamenti climatici, dell’urbanizzazione e del consumo di suolo, i fenomeni meteorologici estremi come le alluvioni sono sempre più frequenti e intensi, provocando danni ai centri abitati, creando sfollati e feriti. Ogni cittadino, nella sua quotidianità, a casa, a scuola o a lavoro può far sentire la propria voce attraverso piccoli gesti concreti per l’ambiente”.

Oggi nel Torinese vengono messe a dimora 350 piantine a Beinasco, mentre il circolo Il Platano di Carmagnola dà la possibilità ai cittadini di creare un bosco sulla piattaforma online Treedom. Diverse altre iniziative continueranno nelle settimane seguenti.

Galleria fotografica

Articoli correlati