Nuova polemica in cintura sud sul tema sanità. Come se non bastasse l'empasse dell'ospedale unico, ieri in Consiglio regionale l'esponente del Pd, Diego Sarno, ha puntato il dito contro il direttore generale dell'azienda sanitaria, Angelo Pescarmona. Costui aveva annunciato l'accordo territoriale per la costruzione delle nuove strutture sanitarie della zona sud (case di comunità, ospedali di comunità e centri operativi) dislocati nei vari comuni. Peccato che i sindaci non abbiano avallato la scelta, chiedendo un aggiornamento al dopo elezioni amministrative per fare in modo che a confrontarsi siano i nuovi primi cittadini eletti. Come Stefano Napoletano, a Trofarello.

E così Sarno non è andato giù leggero: 'Noi siamo assolutamente favorevoli all'insediamento sul territori di ospedali e case di Comunità, abbiamo però più volte ribadito che il progetto non può prescindere da una visone complessiva del tema sanitario e della decisone circa la collocazione del nuovo ospedale di zona, su cui da tempo, troppo tempo, il territorio attende risposte chiare” spiegano i Sindaci di Nichelino e Moncalieri Giampiero Tolardo e Paolo Montagna che continuano: “se l'Asl e il direttore Pescarmona ritengono di definire il programma senza una larga condivisione con i Sindaci del territorio, se ne assumano la responsabilità diretta, ma non facciano passare questa decisione come condivisa nei comitati dei Sindaci, non è così e lo ribadiremo in tutte le sedi, chiediamo, quindi, alla Regione e all'assessore Icardi di prendere una posizione in merito'. 

Galleria fotografica

Articoli correlati