Era stato fermato alla guida della sua vettura per un normale controllo di routine, ma quando i carabinieri gli hanno chiesto i documenti di rito ha finto di stare male. Si è accasciato, spiegando di essere in preda a forti dolori e così gli uomini dell'Arma hanno dovuto chiamare il 118. Una volta portato in ospedale, il medico durante i controlli ha trovato nelle mutande dell'uomo un panetto di hashish di quasi due etti e lo ha consegnato ai carabinieri che stavano attendendo gli esiti. A quel punto per lui non ci sono state altre scuse ed è stato arrestato una volta dimesso. A casa sua sono stati trovati tutti gli strumenti necessari per il peso e confezionamento della droga, oltre ad altro mezzo etto di stupefacenti.

Galleria fotografica

Articoli correlati