I carabinieri di Beinasco hanno sequestrato una costruzione abusiva, su di un terreno privato accanto alla vecchia area destinata ai rom chiusa nel 2018. I nomadi responsabili del cantiere non autorizzato sono due uomini che il Comune ospitava in quel campo regolare, poi abbattuto. Dopo la cancellazione di quell'area, quei due erano andati via dal Piemonte, salvo poi ritornare pochi giorni fa e iniziare la costruzione irregolare su un terreno privato. I militari hanno bloccato tutto prima che la costruzione venisse ultimata. Il Comune ha poi emesso un'ordinanza di sospensione lavori e abbattimento di quanto già costruito  

Galleria fotografica

Articoli correlati