In concomitanza con l'avvio delle misure anti smog,  il Comune di Beinasco ha inaugurato oggi, martedì 1 ottobre, una serie di novità per la mobilità casa-scuola. Non ci sarà più lo scuolabus, ritenuto antieconomico dall'amministrazione comunale vista la costante diminuzione degli iscritti al servizio. Un taglio che però non è stato preso bene dai genitori, che hanno manifestato qualche perplessità. In sostituzione, palazzo civico ha ideato l'accompagnamento gratuito in pullman sulla linea 5 dalle frazioni di Fornaci e Borgo Melano. Personale che scorterà i ragazzini che frequentano il polo scolastico Gramsci-Gobetti di Beinasco, senza che i genitori versino nemmeno un euro. Il Comune ha poi istituito il contributo economico per la riduzione dell’abbonamento per studenti e giovani dai 12 ai 26 anni, l'attivazione del Pedibus e la pedonalizzazione di via Mirafiori dalle ore 7,45 alle 8,45 nell’area di ingresso alle scuole, per garantire un accesso più sicuro per gli studenti e alle famiglie. Gli anni scorsi, si è infatti registrato un sovraccarico di veicoli sulla strada chiusa di via Mirafiori, creando traffico pesante e insicurezza
per i pedoni, in particolare per i bambini. I residenti avranno comunque un’autorizzazione per poter transitare, con l’ausilio della presenza della Polizia Municipale. Per migliorare la viabilità della zona, gli uffici comunali sono a lavoro per la realizzazione di un nuovo parcheggio con accesso da via Falcone.
 

Galleria fotografica

Articoli correlati