BEINASCO - Uccide la madre e poi si spara con la stessa pistola

| Ezio Panataro, ex capogruppo delle Gev di Beinasco, aveva scoperto di avere un tumore che non gli lasciava speranze. Per non abbandonare la madre Ernestina Malandrini l'ha uccisa nel suo appartamento di Rivoli

+ Miei preferiti
BEINASCO  - Uccide la madre e poi si spara con la stessa pistola

Ancora un omicidio-suicidio nel Torinese, a Rivoli, dove Ezio Panataro, pensionato di 77 anni, ha sparato alla madre di 101 anni e poi si è tolto la vita con la stessa pistola. Ezio Panataro aveva fatto parte per oltre 20 anni delle guardie ecologiche volontarie di Beinasco e, grazie al suo impegno e alla sua precisione nel lavoro, era riuscito a diventare anche capogruppo. Da qualche tempo aveva scoperto di essere stato colpito da un tumore al pancreas con gravi complicazioni epatiche e non riusciva a concepire l'idea di abbandonare l'amata madre, Ernestina Malandrini, con la quale era tornato a vivere 30 anni, dopo il divorzio.

Domenica mattina, 11 marzo, ha deciso di farla finita, ma come sempre ha programmato tutto nei minimi dettagli. Sul tavolo di casa ha lasciato le carte di identità e le indicazioni per il testamento e per il funerale. Appeso alla porta d'ingresso ha invece appeso un biglietto col quale chiedeva di avvertire i famigliari, indicando anche un numero di cellulare. Infine ai parenti ha scritto una lettera spiegando le motivazioni del suo gesto: «Non riesco a immaginare il mio eventuale prossimo futuro in ospedale senza la speranza di guarigione. Conscio della gravità del peccato che commetto nei confronti di mia madre, che mi ha dato la vita, devo prendere questa drastica decisione. Non posso chiedere il vostro perdono, ma almeno un po' di comprensione».

Subito si è sdraiato sul letto accanto alla madre e si è ucciso con la sua pistola, una Beretta calibro 9 regolarmente denunciata e acquistata 20 anni fa.

La notizia ha lasciato increduli i tanti beinaschesi che lo conoscevano: «Era stato uno dei primi a effettuare i corsi e credeva moltissimo nella causa ambientalista. Era un amico, anche se di poche parole, schivo e riservato. Non tollerava gli abbandoni di rifiuti ed era rigoroso nell'applicazione delle normative. Aveva lasciato il gruppo da parecchi anni per poter assistere la madre e per lei aveva già dovuto abbandonare i viaggi in Africa, una delle sue grandi passioni. Per noi era un modello di ispirazione, la notizia ci ha sconvolto, ma le ragioni di questi gesti si nascondono nelle pieghe degli ambienti famigliari in cui non si può entrare».

 

Galleria fotografica
BEINASCO  - Uccide la madre e poi si spara con la stessa pistola - immagine 1
BEINASCO  - Uccide la madre e poi si spara con la stessa pistola - immagine 2
BEINASCO  - Uccide la madre e poi si spara con la stessa pistola - immagine 3
BEINASCO  - Uccide la madre e poi si spara con la stessa pistola - immagine 4
Cronaca
MONCALIERI - Badante ubriaca picchia la pensionata che avrebbe dovuto assistere: arrestata dai carabinieri
MONCALIERI - Badante ubriaca picchia la pensionata che avrebbe dovuto assistere: arrestata dai carabinieri
Nella notte, una gazzella dei Carabinieri di Moncalieri è stata attirata dalle urla di una anziana donna che chiedeva aiuto affacciata al balcone di casa, urlando che la stavano picchiando
TROFARELLO - Ferito con otto colpi durante una gara amatoriale di tiro a volo
TROFARELLO - Ferito con otto colpi durante una gara amatoriale di tiro a volo
L'episodio a Pralormo. Colpito un uomo di 46 anni residente a Trofarello. Per fortuna i proiettili non hanno colpito organi vitali e, visto il materiale e la dimensione degli stessi, non sono andati in profondità
CARIGNANO - Incidente stradale, auto finisce contro una chiesa: tre feriti
CARIGNANO - Incidente stradale, auto finisce contro una chiesa: tre feriti
I tre feriti, due su una vettura e uno sull'altra, sono stati medicati e trasportato per accertamenti al pronto soccorso. Nessuno di loro sarebbe in gravi condizioni
NICHELINO - Vendevano merchandising di Eros abusivamente: denunciati
NICHELINO - Vendevano merchandising di Eros abusivamente: denunciati
I carabinieri hanno pizzicato due napoletani che ieri sera si sono piazzati nei dintorni della palazzina di Stupinigi e smerciavano bandane e altri gadget ai fans in coda. Tutto sequestrato dai militari
BEINASCO - Cirio incontra i sindaci della zona: 'Soppressione casello primo punto del bando concessioni'
BEINASCO - Cirio incontra i sindaci della zona:
Il governatore ha voluto ascoltare i primi cittadini del territorio che chiedono a gran voce la cancellazione della barriera a pagamento. "Il problema non si sposta: la stazione a pedaggio o si sopprime o resta dov'è"
BRUINO - Scontro tra moto e bicicletta: ciclista al Cto
BRUINO - Scontro tra moto e bicicletta: ciclista al Cto
Paura nel pomeriggio di oggi in via Rocciamelone, al confine con Sangano. L'uomo in sella alla bicicletta, 70 anni circa, ha riportato un forte trauma cranico ed è stato subito portato in ospedale.
MONCALIERI - Vicenda 'Hansel e Gretel', revocati i domiciliari al fondatore della Onlus
MONCALIERI - Vicenda
Claudio Foti, direttore scientifico della Onlus “Hansel e Gretel” di Moncalieri, coinvolta nell’inchiesta “Angeli e Demoni” di Reggio Emilia, per degli affidamenti illeciti di bambini ha ora solo l'obbligo di dimora
CARMAGNOLA - Prendono fuoco le sterpaglie lungo la ferrovia: paura in serata
CARMAGNOLA - Prendono fuoco le sterpaglie lungo la ferrovia: paura in serata
L'allarme attorno alle 21, tra Carmagnola e Racconigi. Parallela alla massicciata è scoppiato un piccolo incendio che fortunatamente i vigili del fuoco hanno limitato e poi spento nel giro di pochi minuti. Nessun riflesso sui treni.
NICHELINO - Troppi accrediti gratis e 700 fans di Eros restano fuori dal concerto
NICHELINO - Troppi accrediti gratis e 700 fans di Eros restano fuori dal concerto
Figuraccia allo Stupinigi Sonic Park nell'ultima serata del ciclo di concerti estivi alla Palazzina. L'organizzazione ha distribuito più inviti della capienza massima e dopo tre ore di coda, decine di persone si sono viste negare l'ingresso
NICHELINO - La tragedia nel veronese: sono Yuri Ferrari e Adriano Fasulo i ragazzi coinvolti
NICHELINO - La tragedia nel veronese: sono Yuri Ferrari e Adriano Fasulo i ragazzi coinvolti
Confermata la dinamica descritta dopo i primi accertamenti: si erano fermati a cambiare una gomma bucata a lato della provinciale che da Verona porta in Trentino. Le vittime sono 20 enni di Nichelino e None
Le news di Moncalieri, Nichelino e cintura le trovi su TorinoSud.it
Le notizie di Moncalieri, Nichelino e Torino Sud le trovi su TorinoSud.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: Torino Sud in tempo reale!
TorinoSud è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore