Il dramma della siccità colpisce soprattutto i piccoli comuni della provincia e dopo l'arrivo di Smat a Piossasco, che ha approvvigionato i pozzi secchi, ora anche Bruino rischia di dover approvare delle ordinanze specifiche di razionamento acqua. La fontana all’ingresso del paese è spenta da alcune settimane, in cui non sono mancate inevitabili critiche o battute. Spiega l'assessore Appiano: "Abbiamo deciso di tenerla spenta perché già da settimane la siccità si sta aggravando. In questi giorni la situazione è diventata ancor più evidente. Dobbiamo assolutamente ridurre i consumi non necessari di acqua potabile ed eliminare gli sprechi. Probabilmente nei prossimi giorni dovremo adottare apposite ordinanze". Smat ha già inserito i vicini comuni come Piossasco e Sangano in quelli fortemente a rischio.

Galleria fotografica

Articoli correlati