I truffatori non dormono mai. Soprattutto quelli che cercano il raggiro "mordi e fuggi", come quelli del trucco dello specchietto. Due giorni fa davanti al centro tumori di Candiolo, un uomo ha prima sentito un colpo sulla sua carrozzeria e pochi secondi dopo è stato affiancato da un'altra macchina con a bordo un altro uomo che gli ha detto di rallentare. Gli ha cercato di spiegare che l'aveva colpito e che aveva procurato danni al suo specchietto e che per "chiudere lì la questione" gli bastavano 100 euro". L'altro, odorato il raggiro, non ha ovviamente dato credito e ha poi minacciato di chiamare i carabinieri. A quel punto il truffatore si è allontanato. 

Galleria fotografica

Articoli correlati