Aveva perso il lavoro a Brescia, a causa della crisi economica che il coronavirus ha generato in tutti i settori. E così, nella notte tra giovedì e venerdì, ha pensato di rivolgersi ad un suo connazionale che abita a Carmagnola. Voleva un posto dove stare, un riparo per qualche giorno. Ma "l'amico", che abita in via Ivrea, non gli ha nemmeno aperto la porta. Probabilmente aveva paura del contagio e quindi è rimasto sordo alle sue richieste. Gli animi si sono un po' scaldato, tanto che il proprietario di casa ha chiamato i carabinieri. Anche perchè "l'ospite" si era messo a dormire sulle scale e non aveva intenzione di muoversi di lì. Non sapeva dove andare. L'arrivo della pattuglia ha poi tranquillizzato la situazione e l'uomo è stato preso in carico dai servizi di supporto e volontariato comunali.   

Galleria fotografica

Articoli correlati