La Notte Europea dei Musei è una manifestazione che si tiene ogni anno in tutta Europa e ha l'obiettivo di avvicinare all'arte un maggior numero di persone, permettendo l'apertura serale dei musei e delle aree archeologiche statali per una grande serata di cultura, arte e bellezza.

Da quest’anno anche Carmagnola parteciperà a questa iniziativa con lo scopo di offrire un’esperienza insolita ai visitatori e di coinvolgere i cittadini nella scoperta del patrimonio artistico e culturale della propria città, con un occhio di riguardo ai bambini e ai ragazzi grazie ad eventi organizzati in collaborazione con la Biblioteca Civica Rayneri-Berti.

I musei carmagnolesi coinvolti nella iniziativa sono quattro, con apertura straordinaria ed eventi in programma tra le ore 20 e le ore 23 ad ingresso gratuito.

All’Ecomuseo della Cultura della Lavorazione della Canapa (Via Crissolo, 20) Ilaria Curletti, archivista del comune, leggerà il testo dal titolo “Carmagnola-Marsiglia-Parigi: dalla giacca di canapa alla canzone che rivoluzionò un’epoca: La Carmagnole”. Generazioni di Carmagnolesi hanno coltivato, commerciato e “vestito” la canapa che, dal Tardo Medioevo al secolo scorso, fu il prodotto d’eccellenza della nostra agricoltura. Le tele e i cordami erano infatti conosciuti e apprezzati non solo nei mercati piemontesi e liguri, ma anche in quelli della Francia del sud. Qui emigrarono molti contadini di Carmagnola i quali si distinguevano per la loro giacca corta, la Carmagnola, confezionata con la tela di canapa. La giubba, l’omonima canzone e l’Albero della Libertà furono, come noto, alcuni dei simboli della Rivoluzione Francese. Attraverso le carte dell’Archivio Storico comunale, si ripercorrerà quanto accadde in Città nel dicembre 1798 quando venne piantato l’Albero della Libertà.

 

Al Museo Tipografico Rondani (Via Santorre di Santarosa, 12), tra le ore 20 e le ore 23 sono in programma visite guidate e "La notte che cambiò la storia” con racconti sugli straordinari accadimenti avvenuti a Carmagnola nella notte tra il 9 e il 10 marzo del 1821, quando per un attimo le alte vicende storiche del nostro Paese si intrecciarono con quelle più umili della piccola comunità carmagnolese.

Al Museo Civico di Storia Naturale (Via San Francesco di Sales,188) si svolgerà il laboratorio “Dinosauri al museo” a cura di Claudia Maero della Biblioteca Civica Rayneri-Berti e di Gloria Ramello del Museo Civico di Storia Naturale. Evento dedicato soprattutto a un pubblico di bambini e ragazzi, che attraverso esemplari museali, libri e realtà aumentata aiuterà i più giovani (e non solo) a comprendere in modo giocoso l’affascinante storia dell’evoluzione dei dinosauri in uccelli.

Presso il Museo Civico Navale (Piazza Mazzini, 1) si terrà invece “Un mare di libri”, esposizione di opere sul tema del mare a cura del personale della Biblioteca Civica Rayneri-Berti.

Per maggiori info e prenotazioni: 333 8894508 | associazionemuseinsieme@gmail.com

Galleria fotografica

Articoli correlati