Cala l'emergenza e le terapie intensive si svuotano eppure alcune situazioni non sono ancora così tranquille. E' il caso di Carmagnola, dove a ieri la Regione conta ancora 132 persone registrate come positive al virus che non risultano guarite o, peggio, decedute. E' il dato più alto della provincia, secondo solo a Torino. Una fotografia che obbliga ancora alla massima cautela sul territorio cittadino, crocevia fondamentale tra il torinese e il cuneese. Solo pochi giorni fa i carabinieri hanno denunciato un uomo che, seppur positivo, continuava a lavorare dietro il suo banco di frutta e verdura in giro per il cuneese. Il numero di contagi comunque è sceso anche qui, ma il numero di chi non è ancora uscito dal tunnel non può far abbassare la guardia. 

Galleria fotografica

Articoli correlati