CINTURA - Rivoluzione di ottobre: stop ai veicoli più inquinanti nell'intera area metropolitana

| Blocco dal lunedì al venerdì ad autovetture e veicoli commerciali diesel fino all' Euro 3. In linea di massima il blocco è previsto dalle 8,30 del mattino alle 18,30, ma l’estensione oraria dello stop dovrà essere concordato tra Comuni

+ Miei preferiti
CINTURA - Rivoluzione di ottobre: stop ai veicoli più inquinanti nellintera area metropolitana
 

Il tavolo di coordinamento sulla qualità dell’aria istituito presso la Città Metropolitana di Torino si è riunito nel pomeriggio di martedì 19 giugno per un’analisi dei provvedimenti adottati nella stagione invernale 2017-2018 e per definire la proposta di un ordine del giorno del Consiglio Metropolitano che dovrebbe impegnare la Sindaca Chiara Appendino ad adoperarsi per la definizione di un pacchetto di misure straordinarie che affrontino il tema della qualità dell’aria in maniera sistematica.

 

Sono state inoltre presentate le misure di limitazione delle emissioni previste in una Delibera della Giunta Regionale dell’ottobre 2017. Tali misure entreranno in vigore a partire dal 1° ottobre prossimo e le amministrazioni locali saranno chiamate ad adottarle in modo uniforme e coordinato sul territorio. L’accordo del Bacino Padano prevede il blocco dal lunedì al venerdì delle autovetture e dei veicoli commerciali con motori diesel fino alla categoria Euro 3. In linea di massima il blocco è previsto dalle 8,30 del mattino alle 18,30, ma proprio l’estensione oraria dello stop ai veicoli più inquinanti dovrà essere oggetto di una concertazione tra i Comuni per rendere l’applicazione della misura omogenea sul territorio e coerente con gli orari dei blocchi stabili ed emergenziali già in vigore e persemplificare l’informazione ai cittadini. Il blocco dei veicoli più inquinanti nel suo complesso - benzina e gas Euro 0 e diesel fino ad Euro 3 - riguarda il 20% del parco dei veicoli immatricolati nei 33 Comuni interessati: 258.000 auto e veicoli commerciali, che sono responsabili rispettivamente del 26% delle emissioni totali di biossido di azoto e del 9% delle emissioni totali di particolato PM10, i due inquinanti per i quali l’area metropolitana torinese non rispetta i limiti, tanto da essere soggetta a procedure di infrazione da parte della Commissione Europea.

UN INVERNO 2017-2018 A DUE FACCE

Sul versante dell’inquinamento atmosferico a Torino e nell’intera area metropolitana la stagione invernale 2017-2018 è iniziata male, ma la situazione è migliorata a partire dal mese di febbraio, grazie allecondizioni meteorologiche più favorevoli, tipiche del periodo tardo-invernale e primaverile. I giorni in cui l’inquinamento a Torino città ha raggiunto il livello 1 sono stati in tutto 39, ma allontanandosi dal centro del capoluogo la situazione migliorava. Nel 67% delle giornate della stagione invernale a Torino l’allarme è stato a livello zero e il livello 2 si è raggiunto solo nel 7% delle giornate. Come detto, la situazione è stata critica soprattutto nella prima fase dell’inverno, nei mesi da novembre a gennaio. La pianura padana e in particolare l’area metropolitana torinese scontano una situazione geografica e una circolazione atmosferica particolarmente penalizzanti, il che richiede uno sforzo se possibile maggiore per evitare l’applicazione delle sanzioni previste dalla Commissione Europea, riducendo l’inquinamento da traffico ma anche quello derivante dalla combustione delle biomasse (legna, pellet) e del gasolio. In questo senso è considerata strategica l’estensione della metanizzazione all’intero territorio.

UN MIX DI DIVIETI E PRESCRIZIONI PER RIPULIRE L’ARIA DELL’INTERA AREA METROPOLITANA

Dal confronto tra gli amministratori locali è anche emerso che un miglioramento della qualità dell’aria potrebbe derivare dall’abolizione dei caselli sulla Tangenziale che, a Bruere, a Settimo e a Beinasco creano “tappi” della circolazione. In materia di controllo e limitazione della circolazione dei veicoli più inquinanti, l’Assessore all’ambiente Alberto Unia ha annunciato che la Città di Torino intende richiedere finanziamenti per il controllo elettronico di tali veicoli.

Nei prossimi mesi il lavoro del tavolo sulla qualità dell’aria sarà dedicato ad alcune priorità: attivare, coordinare e uniformare le misure di limitazione della circolazione dei veicoli inquinanti e le misure in caso di emergenza nei Comuni individuati dal protocollo d’intesa del Bacino Padano; coinvolgere nella concertazione il nuovo Comune di Mappano; valutare la possibilità di estendere l’accordo metropolitano all’area più esterna, sia per la rilevazione della qualità dell’aria che quelle di limitazione della circolazione; predisporre sia per i Comuni che aderiscono al protocollo metropolitano (Torino e prima cintura) che per quelli che aderiscono al protocollo padano (Comuni più esterni) ordinanze-tipo con misure stabili ed emergenziali coordinate; confrontarsi con la Regione Piemonte per definire quali limitazioni devono ancora essere inserite nelle ordinanze in materia di biomasse; vietare l’uso generatori di calore con prestazioni inferiori al livello 3 stelle nelle giornate contrassegnate dal bollino arancione o rosso; vietare le combustioni all’aperto nel periodo invernale, introdurre nelle giornate critiche il limite di 19° della temperatura media interna degli edifici; vietare la sosta degli autoveicoli a motore acceso; vietare gli spandimenti zootecnici; introdurre l’obbligo di utilizzare pellet di categoria A1.

 

Cronaca
OMICIDIO MONCALIERI - Ucciso e gettato nel fosso: forse una vendetta contro Umberto Prinzi
OMICIDIO MONCALIERI - Ucciso e gettato nel fosso: forse una vendetta contro Umberto Prinzi
Umberto Prinzi, 47 anni, assassino della «bella Valentina», al secolo Cosimo Andriani, la trans che lui uccise nel 1995 per soffocamento, è stato trovato senza vita in un fosso. Forse è stata una vera e propria esecuzione
RIVALTA - Tav, il sindaco De Ruggiero: "Non sacrifico il mio territorio per un treno ogni 6 minuti"
RIVALTA - Tav, il sindaco De Ruggiero: "Non sacrifico il mio territorio per un treno ogni 6 minuti"
Nell'ultima seduta di giovedì 13 dicembre, la maggioranza si è espressa contro i documenti "Si tav" presentati da Forza Italia e "No Tav" Rivalta Sostenibile. Il primo cittadino ha poi attaccato anche i vicini di Orbassano
VINOVO - Partono i lavori di bonifica alla struttura abbandonata vicino all'ippodromo
VINOVO - Partono i lavori di bonifica alla struttura abbandonata vicino all
Di proprietà regionale, il cascinale era stato al centro di furiose polemiche nei mesi scorsi per la sua situazione di degrado, che aveva spinto i residenti del vicino villaggio ippico a organizzare una raccolta firme
NICHELINO - La nuova passerella di largo Delle Alpi è realtà
NICHELINO - La nuova passerella di largo Delle Alpi è realtà
I lavori sono costati 88 mila euro, finanziati in parte con i soldi pagati dall'assicurazione del mezzo di linea, che tre anni fa la distrusse finendo contro un pilone di sostegno. Tempi più lunghi del previsto a causa di contenziosi
MONCALIERI - Approvato lo studio di fattibilità per il nuovo ospedale unico
MONCALIERI - Approvato lo studio di fattibilità per il nuovo ospedale unico
La Regione ha dato l'ok per il documento di programmazione e per il finanziamento. Il nuovo nosocomio avrà 450 posti letto, strutture moderne, tecnologie avanzate e un luogo facilmente raggiungibile.
RIVALTA - Rubano 300 bottiglie di spumante Ferrari all'Esselunga: presi dai carabinieri
RIVALTA - Rubano 300 bottiglie di spumante Ferrari all
E' stato il responsabile del supermercato a chiamare i militari. I carabinieri hanno bloccato due italiani, di 31 e 44 anni, in trasferta da Napoli
MONCALIERI - E' di Umberto Prinzi il corpo trovato questa mattina: nel '95 uccise la sua fidanzata trans
MONCALIERI - E
Il 47enne cameriere di Carignano aveva ucciso, nel 2005, la sua fidanzata, la transessuale Valentina, al secolo Cosimo Andriani.
MONCALIERI - L'uomo trovato senza vita in collina potrebbe essere stato ucciso
MONCALIERI - L
Parrebbe esclusa l'ipotesi del pirata della strada, che in un primo momento era sembrata tra le risposte possibili alla tragedia. Resta ancora un punto interrogativo anche l'identità dell'uomo, che non aveva documenti con sè
GIALLO A MONCALIERI - Trovato il cadavere di un uomo in un fossato: forse investito da un'auto pirata
GIALLO A MONCALIERI - Trovato il cadavere di un uomo in un fossato: forse investito da un
L'uomo potrebbe essere stato investito da un'auto il cui conducente è poi scappato senza soccorrerlo ma, al momento, nessuna ipotesi è da escludere. Anche quella del malore fulminante
ORBASSANO - Odori molesti: Città Metropolitana diffida una fonderia
ORBASSANO - Odori molesti: Città Metropolitana diffida una fonderia
Diverse segnalazioni di puzze nella zona industriale avevano scatenato lamentele di qualche residente e attivato il Movimento Cinque Stelle, che aveva chiesto accertamenti e rassicurazioni. C'era un guasto ad un filtro
Le news di Moncalieri, Nichelino e cintura le trovi su TorinoSud.it
Le notizie di Moncalieri, Nichelino e Torino Sud le trovi su TorinoSud.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: Torino Sud in tempo reale!
TorinoSud è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore