CINTURA SUD - A un anno dall'alluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena

| Sono passati 12 mesi, ma l'incubo vissuto nella notte tra il 24 e il 25 novembre è ancora vivo nella mente degli sfollati, soprattutto a Moncalieri, Carignano e Candiolo. I danni ammontano a centinaia di milioni di euro

+ Miei preferiti
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena

È passato un anno dalla terribile alluvione che, ha travolto la cintura Sud di Torino tra il 24 e il 25 novembre 2016, ma i segni lasciati dall'acqua sono ancora evidenti. Si possono vedere sui muri  delle case, sulle sponde ferite del Po e del Chisola e anche sulle strade delle borgate che 12 mesi fa sembravano fiumi in piena. Gli argini dei torrenti sono stati rafforzati e gli alvei puliti, ma mancano ancora alcune opere fondamentali, a cominciare dal canale scolmatore di Moncalieri, stoppato dai lacci della burocrazia nonostante la volontà del Comune di realizzarlo.
E così fra gli abitanti colpiti dalla piena resta la paura di rivivere lo stesso incubo. A Moncalieri i danni maggiori li ha fatti il Chisola un fiumiciattolo che non era mai stato considerato pericoloso e che invece ha messo in ginocchio borgo Mercato, Tetti Piatti, Carpice e Santa Maria. Complessivamente le richieste di rimborsi superano i 70 milioni di euro fra privati e aziende colpite.
Sono stati invece il Po e il rio Oitana a travolgere Carignano con una violenza che nessuno ricordava dal crollo del ponte del 1949. Il Po ha scavalcato gli argini 200 metri prima del paese e in meno di un’ora ha travolto regione Garavella e borgata Gorra, con una terribile ondata che ha portato fango e detriti in tutte le case. Poco prima il rio Oitana aveva sommerso Tetti Peretti, Tetti Pautasso e frazione Brassi, cancellando strade e distruggendo macchine e trattori. Situazioni simili si sono vissute anche a Carmagnola, dopo operai e contadini isolati nelle cave e nelle cascine sono stati salvati con l'elisoccorso, a Candiolo, La Loggia e Vinovo, con decine di case allagate e strade diventate impraticabili.
Le richieste di risarcimento sono state presentate, ma i soldi devono ancora arrivare. Bisogna aspettare e nel frattempo la Procura di Torino ha aperto un'inchiesta sui diversi eventi alluvionali dello scorso novembre: sulle piene che hanno colpito la cintura Sud, però, non sembrano emergere particolari responsabilità. 

 

Galleria fotografica
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 1
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 2
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 3
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 4
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 5
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 6
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 7
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 8
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 9
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 10
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 11
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 12
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 13
CINTURA SUD - A un anno dallalluvione i risarcimenti non sono arrivati e resta la paura di una nuova piena - immagine 14
Cronaca
OMICIDIO MONCALIERI - Ucciso e gettato nel fosso: forse una vendetta contro Umberto Prinzi
OMICIDIO MONCALIERI - Ucciso e gettato nel fosso: forse una vendetta contro Umberto Prinzi
Umberto Prinzi, 47 anni, assassino della «bella Valentina», al secolo Cosimo Andriani, la trans che lui uccise nel 1995 per soffocamento, è stato trovato senza vita in un fosso. Forse è stata una vera e propria esecuzione
RIVALTA - Tav, il sindaco De Ruggiero: "Non sacrifico il mio territorio per un treno ogni 6 minuti"
RIVALTA - Tav, il sindaco De Ruggiero: "Non sacrifico il mio territorio per un treno ogni 6 minuti"
Nell'ultima seduta di giovedì 13 dicembre, la maggioranza si è espressa contro i documenti "Si tav" presentati da Forza Italia e "No Tav" Rivalta Sostenibile. Il primo cittadino ha poi attaccato anche i vicini di Orbassano
VINOVO - Partono i lavori di bonifica alla struttura abbandonata vicino all'ippodromo
VINOVO - Partono i lavori di bonifica alla struttura abbandonata vicino all
Di proprietà regionale, il cascinale era stato al centro di furiose polemiche nei mesi scorsi per la sua situazione di degrado, che aveva spinto i residenti del vicino villaggio ippico a organizzare una raccolta firme
NICHELINO - La nuova passerella di largo Delle Alpi è realtà
NICHELINO - La nuova passerella di largo Delle Alpi è realtà
I lavori sono costati 88 mila euro, finanziati in parte con i soldi pagati dall'assicurazione del mezzo di linea, che tre anni fa la distrusse finendo contro un pilone di sostegno. Tempi più lunghi del previsto a causa di contenziosi
MONCALIERI - Approvato lo studio di fattibilità per il nuovo ospedale unico
MONCALIERI - Approvato lo studio di fattibilità per il nuovo ospedale unico
La Regione ha dato l'ok per il documento di programmazione e per il finanziamento. Il nuovo nosocomio avrà 450 posti letto, strutture moderne, tecnologie avanzate e un luogo facilmente raggiungibile.
RIVALTA - Rubano 300 bottiglie di spumante Ferrari all'Esselunga: presi dai carabinieri
RIVALTA - Rubano 300 bottiglie di spumante Ferrari all
E' stato il responsabile del supermercato a chiamare i militari. I carabinieri hanno bloccato due italiani, di 31 e 44 anni, in trasferta da Napoli
MONCALIERI - E' di Umberto Prinzi il corpo trovato questa mattina: nel '95 uccise la sua fidanzata trans
MONCALIERI - E
Il 47enne cameriere di Carignano aveva ucciso, nel 2005, la sua fidanzata, la transessuale Valentina, al secolo Cosimo Andriani.
MONCALIERI - L'uomo trovato senza vita in collina potrebbe essere stato ucciso
MONCALIERI - L
Parrebbe esclusa l'ipotesi del pirata della strada, che in un primo momento era sembrata tra le risposte possibili alla tragedia. Resta ancora un punto interrogativo anche l'identità dell'uomo, che non aveva documenti con sè
GIALLO A MONCALIERI - Trovato il cadavere di un uomo in un fossato: forse investito da un'auto pirata
GIALLO A MONCALIERI - Trovato il cadavere di un uomo in un fossato: forse investito da un
L'uomo potrebbe essere stato investito da un'auto il cui conducente è poi scappato senza soccorrerlo ma, al momento, nessuna ipotesi è da escludere. Anche quella del malore fulminante
ORBASSANO - Odori molesti: Città Metropolitana diffida una fonderia
ORBASSANO - Odori molesti: Città Metropolitana diffida una fonderia
Diverse segnalazioni di puzze nella zona industriale avevano scatenato lamentele di qualche residente e attivato il Movimento Cinque Stelle, che aveva chiesto accertamenti e rassicurazioni. C'era un guasto ad un filtro
Le news di Moncalieri, Nichelino e cintura le trovi su TorinoSud.it
Le notizie di Moncalieri, Nichelino e Torino Sud le trovi su TorinoSud.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: Torino Sud in tempo reale!
TorinoSud è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore