Migliorano le condizioni del bambino di 2 anni, residente in un comune dell'Orbassanese, ricoverato all'ospedale Regina Margherita per aver ingerito un piccolo quantitativo di hashish. Il piccolo era stato inizialmente ricoverato all'ospedale di Rivoli, dove era stato portato dai genitori, una coppia di trentenni. Aveva gravi difficoltà respiratorie e sembrava caduto in un un profondo torpore. I medici lo ha sottoposto a un test tossicologico ed è risultato positivo ai cannabinoidi.

Dall'ospedale di Rivoli è stato trasferito d'urgenza al Regina Margherita e in automatico è scattata la segnalazione alle forze dell'ordine. Il padre avrebbe fatto le prime ammissioni, riconoscendo di aver fatto uso sporadicamente di hashish e che il bimbo potrebbe aver inghiottito un pezzo di droga trovata in casa, scambiandola per una caramella.

Fortunatamente si è trattato di un quantitativo estremamente ridotto e il piccolo adesso dovrebbe essere fuori pericolo.

 

Galleria fotografica

Articoli correlati