Nella giornata di ieri, all’Unione Industriale di Torino, si è riunito il tavolo sulla Ventures Production di Riva di Chieri, l'Ex Embraco, al quale hanno partecipato le organizzazioni sindacali e i legali che rappresentano la società. Non era presente la proprietà. Circa 300 lavoratori, molti residenti a Nichelino, hanno manifestato in corteo per il centro di Torino, incontrato la sindaca di Torino, Chiara Appendino, il prefetto e si sono riuniti in presidio davanti all’associazione degli industriali.

Ad oggi il nuovo amministratore delegato non è stato ancora nominato ed è emerso che il piano industriale della Ventures non ha avuto applicazione. Sono quindi necessari nuovi progetti industriali in grado di avviare la produzione nello stabilimento, tutelando i 409 posti di lavoro.

L’ipotesi emersa al tavolo di trattativa, che sarà valutata oggi dalle assemblee dei lavoratori in programma alle 14, è di salvaguardare il fondo dedicato alla reindustrializzazione dello stabilimento, utilizzando la cassa integrazione, in attesa dei prossimi incontri. Oggi le organizzazioni sindacali chiederanno un incontro urgente alla Regione Piemonte in vista del tavolo di crisi al Mise, che dovrebbe svolgersi entro la prima metà di dicembre.

Galleria fotografica

Articoli correlati