Oggi, 24 ottobre, sarà una giornata di incontri e riunioni, mentre i 200 e più lavoratori entreranno nello stabilimento Mahle con la disperazione nel cuore. La notizia della chiusura del sito loggese ha lasciato molti esterrefatti. C'erano preoccupazioni sul futuro della ditta, ma non a questi livelli. Il sindaco Domenico Romano è uno di questi: "Quanto deciso dalla proprietà è irrispettoso verso il nostro territorio. La Loggia ha ricevuto tanto dalla Mahle, ma ha anche dato parecchio. L'anno scorso c'eravamo incontrati in Regione per fare il punto della situazione, ma nessuno ci aveva parlato di probabile chiusura. Avvieremo tutti i tavoli possibili e faremo la nostra parte. Oggi incontrerò i sindacati per capire la strategia da attuare". Intanto nella nota ufficiale dell'azienda, viene confermata la motivazione della chiusura: ossia il sito è anti economico. "La contrazione del mercato del diesel - spiegano -, porta  gli stabilimenti di La Loggia e quello di Saluzzo ad una condizione economica negativa. E il trend europeo sta aggravando la situazione ancor di più".

 

Galleria fotografica

Articoli correlati