Un ecocardiografo portatile, un video-laringoscopio per anestesiti con monitor grande con possibilità di registrazione, un naso-laringo-faringoscopio per poter effettuare le visite ai pazienti nel proprio letto ed elettrocardiografi destinati al territorio del moncalierese per le visite ambulatoriali e a domicilio. Un costo totale di circa 90 mila euro donati dai Rotary di: Carignano, Torino, Moncalieri Pinerolo, Torino 45° Parallelo, Torino Nord, Torino Stupinigi, Torino Sud e Sud-Ovest. Un gruppo che ha fatto squadra e da cui è scaturita una generosa donazione all'ospedale Santa Croce di Moncalieri, che he consentito di acquistare le preziose apparecchiature tecnologiche utili per il riavvio delle attività mediche successive all’emergenza.
 
“Ho trovato tanta e tanta solidarietà – ha detto Andrea Cavalot, direttore della struttura di otorinolaringoiatrica del Santa Croce -. Il Rotary si è subito messo in moto e ha, nel giro di pochissimo tempo, raccolto l’importante somma che ha consentito di acquistare le preziose apparecchiature che saranno utilissime nella fase post emergenza”.

Una solidarietà che si è rivelata anche nella trasformazione di produzione di aziende come quella della Witt Italia, specializzata in cosmetica che ha attivato una linea di produzione di gel igienizzante da donare alle strutture sanitarie. Questa, attraverso il canale del Rotary locale, ha donato all’Asl TO5, 3mila flaconi di gel igienizzante con totem e 200 mascherine FFP2.

“E’ stato un grande gioco di squadra – ha sottolineato la Governatrice del Rotary Giovanna Mastrotisi -. Una squadra che si è messa in movimento e che nel giro di pochi giorni ha raggiunto un obiettivo che, di solito, si consegue in qualche mese. Sono orgogliosa di quanto siamo riusciti a fare insieme”

“Un grazie davvero speciale ai Rotary del territorio – ha detto il direttore generale dell’Asl TO5, Massimo Uberti -. Generosità e solidarietà sono stati elementi vincenti in questa emergenza. Abbiamo sentito la vicinanza di moltissimi cittadini che ci hanno consentito di poter far fronte alle necessità dei reparti e delle diverse strutture. Speriamo di poter utilizzare queste preziose apparecchiature per il tempo di “pace” e di non dover più assistere a tragedie come quelle vissute solo pochi giorni fa”.
Dell’importanza del territorio ha parlato anche il sindaco di Moncalieri Paolo Montagna. “Questa emergenza ci ha insegnato che al territorio occorre dare massima attenzione e dedicare le adeguate risorse. In questi mesi abbiamo sentito tutta la solidarietà dei cittadini e la vicinanza del sistema sanitario che ha dato una risposta di altissimo livello professionale”.

Galleria fotografica

Articoli correlati