Mai così poco lavoro anche nel pronto soccorso del Santa Croce di Moncalieri. I dati di oggi, 25 febbraio, dalla mezzanotte alle 15 contano appena 14 ingressi. E tutti per patologie importanti. Praticamente azzerati i codici più bassi che testimoniano patologie non preoccupanti. Il motivo? Non si può non collegare questi numeri al Coronavirus e al diffuso sentimento di evitare di uscire di casa se non per urgenze improrogabili. L'esatto contrario di quanto capita solitamente nei pronto soccorso di Torino e provincia: troppi codici bianchi con attese enormi e invito da più parti a rivolgersi ai medici di base. C'è da dire che in questi giorni, complice le scuole chiuse per di più, negozi e strade di Moncalieri e Nichelino si sono svuotati. Gli unici posti presi d'assalto sono i supermercati, anche qui segno di un'eccessiva paura collettiva. Non solo i banchi sono vuoti, ma anche per fare la spesa on line serve molta pazienza: fino a tre ore per poter completare gli ordini. 

Galleria fotografica

Articoli correlati