Probabilmente un utilizzo dell'area cani non consona, oppure un fastidio generato dalla presenza del continuo viavai di persone all'interno della zona attrezzata. Sta di fatto che questa mattina, 15 aprile, all'interno della zona di via Bengasi sono stati trovati dei bocconi per cani con stuzzicadenti conficcati dentro, che potevano essere letali per i cani che venivano portati lì dai loro padroni. Ad accorgersi della trappola uno di loro, che ha subito diffuso le immagini del pezzo di carne sul social, per allertare gli altri proprietari di animali che frequentavano la zona. La conferma è poi arrivata anche dal Comune. Si tratta dell'ennesimo caso di criminali che puntano ai più deboli (gli animali) probabilmente per colpire chi li porta a sgambare. Le indagini sono in corso per capire chi possa essere stato il responsabile.

Galleria fotografica

Articoli correlati