Il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, assieme all’Assessore al Lavoro regionale Elena Chiorino e all'assessore al Lavoro del Comune di Nichelino, Fiodor Verzola, con la presenza dei sindacati, hanno presieduto al tavolo di trattativa organizzato al Ministero dello Sviluppo Economico per cercare di trovare una soluzione per i lavoratori ex Embraco, i quali stanno vivendo per l’ennesima volta una situazione lavorativa di incertezza e preoccupazione per il proprio futuro lavorativo.
"Per risolvere la crisi non occorrono nè i proclami, tantomeno il bullismo intellettuale dei vari Calenda, corresponsabili dell’attuale situazione di stallo che registra il più classico dei copioni della farsa all’Italiana - ha spiegato Verzola al termine del confronto -,  ossia i lavoratori lasciati a pane e acqua nella più totale incertezza e i manager a pascere lautamente con stipendi d’oro.
Come Comune di Nichelino, con grande determinazione e consapevoli del nostro ruolo di piccolo ingranaggio in un meccanismo molto più ampio, faremo tutto ciò che è di nostra competenza per cercare di tutelare i lavoratori e le lavoratrici ex Embraco e per difendere un territorio che si è già sacrificato troppo a causa della crisi economica e delle delocalizzazioni massive e incontrollate".

Galleria fotografica

Articoli correlati