Nella mattina di oggi, giovedì 26 settembre gli agenti del nucleo commercio della polizia Locale di Nichelino hanno rilevato irregolarità nella documentazione che hanno determinato la chiusura dell'attività di riparazione telefonini di piazza Camandona. Nella fattispecie il negozio di proprietà di una società pachistana, specializzata nella riparazione, assistenza e vendita di accessori per la telefonia, risultava privo della autorizzazione necessaria alla vendita. Gli agenti hanno obbligato alla chiusura dell'attività illecitamente svolta, con tanto di multa oltre i 5,000 euro. Tutto questo quando all'interno del negozio vi erano dei clienti in coda.

Galleria fotografica

Articoli correlati