Quattro soldati delle SS naziste che si aggirano tra i banchi del mercato del sabato di Nichelino e portano via coloro che devono essere deportati nei campi di concentramento. Una ricostruzione storica di quello che succedeva 80 anni fa, per non dimenticare la shoah e tramandare anche ai più giovani cosa vuol dire olocausto. Per le celebrazioni legate al giorno della memoria, l'amministrazione comunale di Nichelino ha voluto inscenare un rastrellamento nazista tra i banchi del mercato settimanale, all'insaputa dei cittadini. Una scena di impatto, per far rivivere quello che succedeva durante il periodo dei lager. I figuranti (soldati nazisti e deportati) appartengono alla compagnia teatrale "Nuova Danza", che si è offerta per girare le scene. Mente dlel'operazione, l'assessore Fiodor Verzola: "Abbiamo voluto organizzare questa ricostruzione storica - racconta l'assessore - in un periodo in cui i fantasmi del passato si riaffacciano pericolosamente sul nostro presente".

Galleria fotografica

Articoli correlati