"Riteniamo vergognoso chi insinua per un puro tornaconto elettorale, che i vololntari dei comitati di quartiere agiscano per loro interesse personale, commettendo atti illeciti e invitiamo tutti coloro che affermano ciò a denunciare le irregolarità alle autorità di competenza. Diversamente invitiamo tutti a tacere, invece di infangare e diffamare chi presta servizio per migliorare la città". E' lo stralcio più significativo della lettera che la consulta dei quartieri di Nichelino ha diffuso per replicare alle accuse fioccate negli ultimi giorni sui social, in merito alla gestione dei centri di quartiere. Una polemica nata dopo l'ennesimo problema capitato ad un bar collegato ad una sede del comitato: l'Oltrestazione. Accuse e repliche piccate, che ha spinto anche la polizia locale ad intervenire per capire se chi ha scritto su Facebook alcune cose, passibili di querela o di indagine giudiziaria, avesse prove. Così i quartieri hanno voluto rispondere, sottolineando il carattere volontario del loro lavoro "Senza secondi fini" 

Galleria fotografica

Articoli correlati