Un punto di riferimento per chi si è riconosciuto nelle liste civiche cittadine che hanno vinto le ultime due elezioni, prima con Angelino Riggio e poi con Giampiero Tolardo come sindaci, ma anche una realtà che punta a organizzare eventi culturali e politici, mirata all'accoglienza del prossimo e alla vicinanza ai più deboli. Con questi obiettivi nasce "Casa dei Popoli", associazione politico culturale in cui all'interno hanno confluito diversi esponenti della maggioranza di governo comunale, oltre ad attivisti e persone comuni. La sede è l'ex comitato elettorale del sindaco Tolardo, in via XXV Aprile 16.

Presidente è Lionel Lingua, voto storico della sinistra nichelinese: «Non siamo una segreteria politica, ma un punto di riferimento per chi si riconosce negli ideali di accoglienza, antirazzaismo, uguaglianza. L'obiettivo è creare una realtà che porti la gente ad avvicinarsi alla politica quella "vera", non fatta attraverso favori e voti di scambio, ma come dialogo e formazione culturale. Anche per portare all'amministrazione comunale delle proposte su cui confrontarsi. Uno dei nostri desideri è far incontrare chi governa la nostra città e la popolazione a cadenze regolari, per raccontare su che cosa sta lavorando la macchina comunale e per essere da stimolo allo stesso sindaco, e assessori, su temi particolarmente sentiti dalla città».

Una sorta di "segreteria politica" delle liste civiche che hanno vinto le ultime elezioni?  «Assolutamente no. Questa idea della "Casa dei Popoli" - spiega Lingua -, nasce da dopo la vittoria di Riggio alle penultime elezioni. Poi non ci sono stati tempi tecnici per realizzarla, vista anche la breve durata della legislatura. Ora ci siamo riusciti. Faremo anche attività rivolte alle tante radici culturali della città. Un esempio? Il corso di arabo».  

Galleria fotografica

Articoli correlati