Quando gli organizzatori hanno chiuso il box per la distribuzione dei biglietti gratuiti, attraverso gli accrediti rilasciati nei giorni precedenti, c'erano ancora 700 persone in coda per vedere il concerto di Eros Ramazzotti, in programma ieri sera 18 luglio, alla palazzina di caccia di Stupinigi all'interno del ciclo di eventi dello Stupinigi Sonic Park. Capienza massima raggiunta, per ragioni di sicurezza non poteva entrare più nessuno. Solo che dirlo a chi si era già fatto tre ore di coda non è stato proprio semplice. E infatti, quando la comunicazione si è diffusa, sono partiti cori non proprio piacevoli nei confronti dell'organizzazione: "Buffoni, buffoni" e fischi a tutto andare. Una figuraccia che si spiega in un solo modo: l'organizzazione ha rilasciato nei giorni precedenti troppi accrediti gratuiti rispetto a quelli che poteva contenere l'area, al netto di chi si era già premunito del tagliando a pagamento. E che è riuscito a entrare regolarmente. Per tutti gli altri, invece, la beffa e le proteste. Non un bel finale per una kermesse che ha attirato decine di migliaia di persone da tutta Italia.

Galleria fotografica

Articoli correlati