Tornano a colpire i finti tecnici della Smat. Ieri, 23 settembre, si sono presentati in via Roma a Nichelino, citofonando ad una pensionata convincendola che dovevano entrare a casa sua per aggiustare una perdita da una tubatura esterna, che derivava da un guaio dal suo alloggio. E anche questa volta, hanno convinto la malcapitata a mettere in una busta tutti i suoi gioielli, perchè altrimenti "rischiavano di essere rovinati dalle strumentazioni usate per riparare il danno". Nulla di tutto ciò era vero. Una volta che la donna ha raggruppato i preziosi in una busta e li ha messi da parte, senza fare i conti con la scaltrezza dei balordi che hanno distratto la pensionata e sono scappati con il sacchetto pieno di ori. A quel punto, non c'è stato altro da fare che chiamare i carabinieri.

Galleria fotografica

Articoli correlati