Come avevano fatto anche i sindaci di Beinasco e Bruino, anche il primo cittadino di Orbassano Eugenio Gambetta ha ricevuto ufficialmente una delegazione di ipovedenti e non vedenti del territorio che fanno capo all'associazione Apri-onlus. All'incontro ha partecipato anche la delegata Loretta Rossi che da molti anni coordina le attività del sodalizio nella zona orbassanese e che spera che i canali di comunicazione fra l'associazione e l'amministrazione comunale possano in futuro essere più facili e meno burocratici.

Con l'occasione si sono affrontati alcuni problemi logistici che si sono verificati nella sede delle associazioni di via De Gasperi 28 e si è parlato di abbattimento delle barriere architettoniche sensoriali in città , dei servizi di assistenza alle persone disabili e della situazione dell'oculistica presso l'Ospedale San Luigi.
«Abbiamo strappato ad Eugenio Gambetta anche una mezza promessa: intitolare una sala della futura biblioteca alla memoria di Louis Braille, il grande educatore transalpino che consentì anche ai ciechi di avvicinarsi alla lettura - dichiara Marco Bongi, presidente di Apri -. Sarebbe una dedica particolarmente azzeccata».
 

 

Galleria fotografica

Articoli correlati