ORBASSANO - Non versavano imposte all'erario, sette arresti tra Torino, Rivalta e Moncalieri

| Utilizzavano, secondo le indagini della guardia di Finanza di Torino e Orbassano, crediti fittizi per 10 milioni di euro. Le aziende sono di Milano, Latina e Roma, ma operavano a Torino e Orbassano. Altri 26 denunciati

+ Miei preferiti
ORBASSANO - Non versavano imposte allerario, sette arresti tra Torino, Rivalta e Moncalieri
Sette arresti per associazione a delinquere finalizzata all’indebita compensazione ed alla bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale nell’ambito di società cooperative operanti nel settore della logistica e del facchinaggio. Dieci milioni l’importo complessivo dei crediti fittizi utilizzati in compensazione per non versare le imposte ed i contributi dovuti all’I.N.P.S.

Nella mattinata odierna, 9 gennaio, militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Torino e Orbassano, delegati dalla Procura della Repubblica e in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale sabaudo, hanno tratto in arresto 6 soggetti, tutti residenti nella provincia di Torino, ritenuti responsabili di aver costituito e fatto parte di un’associazione per delinquere, di aver utilizzato in compensazione crediti fittizi per un importo complessivo di quasi 10 milioni di euro e di aver, infine, cagionato il fallimento delle società cooperative coinvolte. Sono in corso le ricerche per rintracciare il settimo componente dell’associazione. Le aziende sono di Milano, Latina e Roma, operanti nel settore logistica e facchinaggio, che hanno operato su Torino, Orbassano e Perosa Argentina. Degli arresti, due sono stati eseguiti a Rivalta, uno a Moncalieri. 

Dalle indagini svolte dai finanzieri del Gruppo Orbassano e coordinate dal Procuratore Aggiunto dott. Marco Gianoglio e dal Sostituto Procuratore dott. Mario Bendoni è emersa l’esistenza di un’associazione a delinquere finalizzata alla costituzione e gestione di più società cooperative, amministrate formalmente da prestanomi, che fornivano manodopera a prezzi di gran lunga inferiori al valore di mercato attraverso il sistematico utilizzo in compensazione di crediti fiscali inesistenti e l’omesso versamento dei contributi previdenziali.

Le menzionate cooperative, che non presentavano le dichiarazioni dei redditi o le presentavano con imponibili nettamente inferiori al reale, venivano tenute in attività per periodi brevi e condotte al fallimento dopo essere state depauperate, da parte degli amministratori di fatto, delle residue consistenze patrimoniali costituite prevalentemente da liquidità.

Gli amministratori di fatto delle cooperative, tutti destinatari della misura cautelare della custodia in carcere, figuravano formalmente come dipendenti delle cooperative e percepivano compensi significativi, trattenendo anche cifre superiori ai 5 mila euro mensili; i prestanome, invece, venivano reclutati tra persone bisognose e venivano retribuiti con compensi irrisori.

Le attività investigative, sviluppate anche mediante indagini finanziarie, intercettazioni telefoniche, appostamenti e pedinamenti, hanno portato i militari del Gruppo Orbassano ad accertare che i dipendenti, di fatto a loro insaputa, venivano periodicamente “trasferiti” dalle cooperative destinate al fallimento verso quelle di nuova costituzione. Per rendere più difficoltosi gli eventuali controlli da parte degli organi competenti, le cooperative che si succedevano nel tempo erano sovente registrate con la medesima denominazione sociale (“POLAR”), differenziandosi unicamente per la partita IVA attribuita; inoltre, la sede legale veniva sistematicamente stabilita in altre regioni, nonostante le società operassero sempre in territorio piemontese.

Nei confronti degli indagati sono stati anche eseguiti sequestri preventivi finalizzati a recuperare almeno parte del profitto dei reati commessi: finora sono stati sequestrati due immobili residenziali, tre autovetture, contanti e oggetti preziosi per un valore complessivo di circa 500.000 euro e sono stati congelati tutti i conti correnti.

Sono state anche eseguite numerose perquisizioni nei confronti di 15 prestanomi che si sono succeduti nell’amministrazione formale dell’impresa e di altre 11 persone che hanno concorso nella bancarotta fraudolenta di sette società dichiarate fallite nel 2017 e 2018, prelevando ingiustificatamente liquidità dalle casse aziendali o comunque beneficiando di somme di denaro distratte dai conti societari. Le perquisizioni hanno portato al sequestro di varia documentazione utile alle indagini.

Cronaca
MONCALIERI - Va a spasso col cane nel parco chiuso e cerca di fuggire alla polizia locale: multato
MONCALIERI - Va a spasso col cane nel parco chiuso e cerca di fuggire alla polizia locale: multato
L'uomo, 57 anni, era nell'area verde di Lungo Po Abellonio quando è stato sorpreso dalle pattuglie durante i servizi di controllo intensificati per il fine settimana di Pasqua. Durante la fuga a piedi ha rischiato di cadere nel Po
VIRUS - Sindaci cominciano a spazientirsi: 'Servono più tamponi e pubblicare dati corretti'
VIRUS - Sindaci cominciano a spazientirsi:
La decisione della Regione di aprire una sezione del sito con i numeri del contagio ha mandato su tutte le furie i primi cittadini, visto che i dati non sono quelli forniti a loro. E le critiche sulla gestione cominciano ad arrivare
MONCALIERI - Il Comune distribuisce mascherine agli over 70 e soggetti a rischio
MONCALIERI - Il Comune distribuisce mascherine agli over 70 e soggetti a rischio
Palazzo civico non distribuirà i dispositivi di protezione a pioggia, ma solo a chi ha patologie e coloro che sono costretti ad uscire per lavoro. Un messaggio anche per spiegare che chi non ha motivi validi deve rimanere a casa
MONCALIERI - Fino al 13 aprile posti di blocco intensificati sulla rete stradale
MONCALIERI - Fino al 13 aprile posti di blocco intensificati sulla rete stradale
Da oggi fino a Pasquetta polizia locale e carabinieri metteranno sul campo diverse pattuglie e posti di blocco per contrastare chi continua ad andare in giro senza una valida motivazione e gli amanti delle gite
VIRUS - Lotta ai furbetti di Pasquetta: chiusi tutti i negozi
VIRUS - Lotta ai furbetti di Pasquetta: chiusi tutti i negozi
Serrande giù dalle ore 13 di domenica 12 aprile fino alla mezzanotte di lunedì 13 aprile, ad eccezione di farmacie, parafarmacie e di tutti gli esercizi dedicati alla vendita esclusiva di prodotti sanitari
VIRUS - La Regione pubblica i numeri dei contagi: quasi mille i positivi in zona sud
VIRUS - La Regione pubblica i numeri dei contagi: quasi mille i positivi in zona sud
Sul sito dell'amministrazione regionale, il governo piemontese ha voluto rendere pubblici quante persone risultano positive nei Comuni. Secondo i dati: 227 a Moncalieri, 160 a Nichelino, 107 a Carmagnola, 86 a Orbassano. Osasio nessuno.
CANDIOLO - L'associazione che ospita i bimbi di Chernobyl dona ai piccoli candiolesi un uovo di Pasqua
CANDIOLO - L
Quest'anno, visto che per la situazione Covid il progetto di accoglienza non potrà concretizzarsi, l'associazione ha voluto stare vicino ai bimbi candiolesi che frequentano la scuola elementare. Il "grazie" del sindaco
CARMAGNOLA -Il Comune blocca i pagamenti dei tributi comunali per l'emergenza virus
CARMAGNOLA -Il Comune blocca i pagamenti dei tributi comunali per l
Il sindaco: "La proroga dei termini di pagamento dei tributi comunali è un atto dovuto per dare un po' di respiro alle famiglie, agli esercizi e alle imprese che stanno affrontando un momento davvero difficile dal punto di vista economico"
ORBASSANO - Paura per una pensionata colpita da malore in coda alla banca
ORBASSANO - Paura per una pensionata colpita da malore in coda alla banca
Il fatto ieri pomeriggio, 8 aprile, in via Roma. La donna era in attesa del suo turno per entrare nella filiale quando è stata preda di un mancamento. E qualcuno aveva chiamato i carabinieri per segnalare un assembramento "sospetto".
MONCALIERI - Panetteria non rispettava le misure anti covid, I carabinieri la chiudono per 5 giorni
MONCALIERI - Panetteria non rispettava le misure anti covid, I carabinieri la chiudono per 5 giorni
I militari hanno constatato nei pressi del negozio un cospicuo assembramento di clienti, peraltro intenti a bere alcolici, che sono stati tutti multati.
Le news di Moncalieri, Nichelino e cintura le trovi su TorinoSud.it
Le notizie di Moncalieri, Nichelino e Torino Sud le trovi su TorinoSud.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: Torino Sud in tempo reale!
TorinoSud è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore