Sono terminati i controlli disposti dal Comune per verificare la presenza di fibre di amianto nella scuola dell’infanzia Gobetti di Piossasco. L'allarme era scattato lo scorso 7 giugno, dopo un intervento di manutenzione effettuato da una ditta esterna durante in quale era stata «incautamente» forata la parete. Le misurazioni eseguite nei servizi igienici avevano evidenziato valori fuori soglia, il locale era stato chiuso e la vicenda era approdata in consiglio comunale grazie a un'interrogazione del Movimento 5 Stelle che hanno chiesto di estendere le verifiche all'intero istituto scolastico.

Non sono ovviamente mancate le proteste dei genitori e oggi, 8 agosto, il sindaco Roberta Avola ha reso noti i risultati delle ultime rilevazioni: «Ad eccezione del servizio igienico interessato dall'intervento, immediatamente reso inaccessibile, l’esame dei controlli effettuati in tutta la scuola evidenzia l’assenza di fibre di amianto aerodisperse nei locali esaminati. Solo in un’unica aula didattica è stata evidenziata una fibra con concentrazione di amianto aerodisperso pari a 0,126 fibre/l». Il primo cittadino, che conta di bonificare tutti gli ambienti in temnpo per la riapertura di settembre:«La concentrazione rilevata è abbondantemente inferiore al limite di 2 fibre/l richiesta per la restituibilità dei locali al termine delle operazioni di bonifica, che saranno effettuate a partire dal 21 agosto, così da consentire la regolare ripresa dell’anno scolastico dopo la pausa estiva»

 

Galleria fotografica

Articoli correlati