Nuovo colpo dei truffatori che si fingono operatori dell'acquedotto e, peggio, vigili urbani, per entrare nelle case dei pensionati e derubarli di soldi e oggetti preziosi. Ieri, 26 novembre, è successo ad una pensionata di Piossasco, in via Cavour. Al campanello i due malviventi si sono presentati vestiti con abiti che lasciavano pensare davvero ad una visita per un guasto. Così la donna li ha fatti entrare e dopo aver tergiversato un po', hanno chiesto a lei di mettere da parte soldi e preziosi con la solita scusa che gli interventi da fare avrebbero rischiato di rovinare il denaro e i monili. Lei lo ha fatto e dopo che uno dei due l'ha distratta, l'altro ha afferrato il bottino (circa duemila euro in contanti e ori). Entrambi poi si sono dileguati e alla donna non è rimasto altro che chiamare i carabinieri.

Galleria fotografica

Articoli correlati