Nuovo colpo dei predoni del cosiddetto "oro rosso" all'interno dei cimiteri. Solo poche settimane fa era stato colpito il campo santo di Beinasco, ma negli scorsi giorni la brutta sorpresa è stata registrata anche in quello di Piossasco. A segnalare la questione ai carabinieri una famiglia, tra le vittime della razzia di rame. Alcune cappelle di famiglia sono state prese di mira, private di grondaie e canaline. Un danno ingente, che come al solito graverà sui parenti dei cari estinti. Non è escluso che gli autori dello scempio siano gli stessi che hanno colpito Beinasco poche settimane fa. Il problema, oltre al furto in sè, sono anche i danni che vengo causati alla struttura della tomba di famiglia quando vengono sradicati i manufatti in rame. 

Galleria fotografica

Articoli correlati