Non c'è pace per il consorzio Covar 14. Dopo i problemi su Nichelino e la denuncia dell'ex assessore Sara Sibona sui presunti conteggi gonfiati relativi alle metrature coperte dal servizio di pulizia urbana, dopo il caos dell'appalto con la revoca all'attuale gestore per irregolarità nelle documentazioni, spunta fuori un altra noia targata Moncalieri. Nel 2009 e 2010 il servizio di pulizia di strade e piazze nei comuni del consorzio era affidato ad un'associazione temporanea d'impresa, in cui la San Germano si occupava di Moncalieri. Secondo i dati dell'azienda, avrebbe coperto più territorio rispetto a quello indicato nell'appalto e quindi spendendo più soldi del previsto. Il Covar aveva ammesso la disparità tra quanto indicato nel capitolato e quanto realmente fatto dall'azienda. Ma i rimborsi della differenza partirono solo dal 2011. Così San Germano ha chiesto di rientrare anche delle somme spese nel 2009 e 2010, per circa 250 mila euro. Il Covar ha dato mandato ai suoi legali per analizzare la situazione: nuova causa in vista?  

Galleria fotografica

Articoli correlati