La Regione ha mandato questa mattina una nota a tutti i Comuni, chiedendo la disponibilità (non ancora l'obbligo) ad effettuare ordinanze che limitino l'uso dell'acqua a destinazione alimentare e igienico. Qundi stop all'acqua per innaffiare orti e giardini, lavare auto, cortili o per fontane ornamentali. Alcuni Comuni avevano già optato, qualche giorno fa, per sensibilizzare la popolazione al risparmio idrico: come ad esempio Piossasco. Dopo la nota, alcuni comuni hanno preferito già emettere un'ordinanza apposita che sarà operativa nelle prossime ore. Ad esempio Rivalta, che aveva già in mente di chiedere ai cittadini un consumo più consapevole di acqua in questa fase di criticità idrica.   

Galleria fotografica

Articoli correlati