TROFARELLO - Madre di un figlio autistico accusa la scuola media: 'Hanno voluto scaricarlo'

| La donna aveva chiesto di tenere il suo ragazzo 15 enne, un altro anno alle medie perchè non era pronto al salto nelle superiori. L'istituto ha comunque rilasciato il nulla osta, nonostante il giovane non abbia fatto gli esami

+ Miei preferiti
TROFARELLO - Madre di un figlio autistico accusa la scuola media: Hanno voluto scaricarlo
Paolo, nome di fantasia, è un ragazzo di 15 anni che presenta una forma grave di autismo. Ha difficoltà a mettersi in contatto con l’altro e spesso reagisce con atteggiamenti di angoscia e chiusura, non di rado con manifestazioni auto aggressive e provocatorie, quando non si trova in situazioni e contesti ben conosciuti e prevedibili. Il suo grado di sviluppo è pari a quello di un bambino di 3 anni e l’anno passato ha frequentato la terza media a Trofarello. "Il preside dell’istituto - dice l'Anffas, associazione che si occupa di ragazzi con gravi handicap -,  nonostante il parere negativo di esperti e la richiesta della madre affinché rimanesse in terza media anche l’anno successivo, lo ha “licenziato”, quindi promosso, pur non avendogli fatto sostenere l’esame di Stato".

“Mio figlio - denuncia la mamma - non sa leggere e non sa scrivere. Mi sono sempre prodigata con numerose terapie affinché la sua situazione migliorasse. Ma arrivato in terza media ci siamo accorti che non era pronto per fare il salto successivo al liceo. Così ho chiesto al dirigente scolastico dell’istituto che venisse fermato un altro anno alle medie. Rimanere in un ambiente conosciuto, circondato da volti noti, è una condizione fondamentale per il benessere psicofisico del ragazzo. I cambiamenti, infatti, richiedono un certo tempo per essere metabolizzati ed accettati e comportano un notevole costo emotivo che può compromettere in modo significativo il suo benessere. Così - prosegue la donna - dopo aver richiesto il parere di diversi esperti, ho chiesto alla scuola se sarebbe potuto rimanere in terza media un altro anno.  In un primo momento hanno accettato, poi qualcosa è andato storto”.
Il giorno dell’inizio degli scritti, infatti, la mamma viene contattata dall’istituto. “Mi è stato chiesto come mai mio figlio non si fosse presentato agli esami, per me è stata una doccia fredda. E nonostante nemmeno in un secondo momento sia andato a sostenere l’esame, il preside ha deciso di promuoverlo lo stesso”.
Il motivo? “Non lo volevano più in quella scuola, mi sono sentita cacciata dall’istituzione scolastica” spiega la donna. Così Paolo, senza neppure aver frequentato l’esame, è stato ritenuto idoneo a frequentare il liceo. Ha cambiato scuola e il nuovo istituto, non essendo stato avvertito per tempo, non ha potuto neppure garantirgli il percorso di inserimento graduale e oggi non gli sono state neppure assegnate le ore di educativa richieste". Dalla scuola ribattono: "Il collegio docenti ha ritenuto idoneo il ragazzo a sostenere gli esami di terza media, rapportati alla sua situazione. E' stata la madre a non volerlo portare. Noi abbiamo rilasciato un certificato ad hoc con il quale poteva iscriverlo in qualunque scuola superiore. Avevamo già trattenuto il ragazzo un anno in più del dovuto, non lo abbiamo abbandonato".. 
 

Cronaca
MONCALIERI - Sciopero e picchetto dei lavoratori Alpitel sotto il Comune
MONCALIERI - Sciopero e picchetto dei lavoratori Alpitel sotto il Comune
Questa mattina una sessantina di dipendenti che rischiano il licenziamento hanno organizzato un presidio sotto il municipio, per alzare l'attenzione su una situazione che al momento non ha garantito scenari diversi.
AMBIENTE- Il consorzio Covar stanzia il contributo per i pannolini lavabili
AMBIENTE- Il consorzio Covar stanzia il contributo per i pannolini lavabili
La richiesta delle famiglie bisognose, per non usare più quelli usa e getta, può essere fatta all’Ecosportello del proprio Comune, o inviata via posta o con e-mail certificata agli indirizzi del consorzio.
ORBASSANO - Finisce nei guai per rubare due bistecche al supermercato: denunciato
ORBASSANO - Finisce nei guai per rubare due bistecche al supermercato: denunciato
Un uomo di 35 anni, italiano, ha tentato nel pomeriggio di domenica di occultare il cibo e uscire dal Carrefour di via Alfieri. A fermarlo è stata la vigilanza che poi ha chiamato i carabinieri
OMICIDIO A NICHELINO - Uccide il convivente con una coltellata al cuore: assolta per legittima difesa
OMICIDIO A NICHELINO - Uccide il convivente con una coltellata al cuore: assolta per legittima difesa
Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a 9 anni e sei mesi di reclusione. Alla base della decisione anche una perizia che aveva evidenziato un vizio parziale di mente. L'episodio il 2 settembre 2018 in un palazzo di via Juvarra
NICHELINO - Due nuovi punti ricarica per macchine elettriche ai Viali
NICHELINO - Due nuovi punti ricarica per macchine elettriche ai Viali
Questa stazione di ricarica, di tipo Fast Recharge, consente di arrivare all’80% di batteria in 20 minuti, e di caricare completamente l’auto in circa un’ora, giusto il tempo di una spesa. il progetto è targato Enel X
CARMAGNOLA - Terrorizzavano e rapinavano gli adolescenti in stazione: arrestati tre 17 enni
CARMAGNOLA - Terrorizzavano e rapinavano gli adolescenti in stazione: arrestati tre 17 enni
Tre ragazzi del cuneese sono stati fermati dai carabinieri di Carmagnola, mentre ripulivano un 14 enne minacciandolo con le mano al collo. Un bottino misero, cinque euro, per il quale sono finiti al Ferrante Aporti
MONCALIERI - Rapina un negozio gestito da bengalesi: arrestato
MONCALIERI - Rapina un negozio gestito da bengalesi: arrestato
E' successo nella notte tra sabato e domenica. L'uomo, italiano, è entrato nell'esercizio commerciale e ha minacciato i gestori prima di fuggire e nascondersi nelle cantine del palazzo dove abita.
MONCALIERI - Pusher prendeva gli 'ordini' al tavolo del fast food e vendeva nei bagni: arrestato
MONCALIERI - Pusher prendeva gli
L'extracomunitario del Senegal e’ stato trovato in possesso di numerose dosi di cocaina e di circa un migliaio di euro. Soldi che probabilmente erano frutto dell'attività di spaccio. L'intervento al Burger King.
NICHELINO - Bocconi con chiodi e scaglie di legno in via Prali per colpire i cani
NICHELINO - Bocconi con chiodi e scaglie di legno in via Prali per colpire i cani
La denuncia di alcuni residenti della zona padroni di cani, confermata dall'assessore Fiodor Verzola che ha raccolto personalmente i pezzi di carne potenzialmente letali per i migliori amici dell'uomo
TERREMOTO - Avvertita anche a Bruino la scossa con epicentro in Valsusa
TERREMOTO - Avvertita anche a Bruino la scossa con epicentro in Valsusa
Due scosse, una più nitida, a distanza di circa un'ora hanno spaventato diversi cittadini bruinesi ieri sera, intorno alle 23. Gli epicentri a Condove (quella sentita nitidamente) e San Didero, sempre in valsusa
Le news di Moncalieri, Nichelino e cintura le trovi su TorinoSud.it
Le notizie di Moncalieri, Nichelino e Torino Sud le trovi su TorinoSud.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: Torino Sud in tempo reale!
TorinoSud è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore