TROFARELLO - Madre di un figlio autistico accusa la scuola media: 'Hanno voluto scaricarlo'

| La donna aveva chiesto di tenere il suo ragazzo 15 enne, un altro anno alle medie perchè non era pronto al salto nelle superiori. L'istituto ha comunque rilasciato il nulla osta, nonostante il giovane non abbia fatto gli esami

+ Miei preferiti
TROFARELLO - Madre di un figlio autistico accusa la scuola media: Hanno voluto scaricarlo
Paolo, nome di fantasia, è un ragazzo di 15 anni che presenta una forma grave di autismo. Ha difficoltà a mettersi in contatto con l’altro e spesso reagisce con atteggiamenti di angoscia e chiusura, non di rado con manifestazioni auto aggressive e provocatorie, quando non si trova in situazioni e contesti ben conosciuti e prevedibili. Il suo grado di sviluppo è pari a quello di un bambino di 3 anni e l’anno passato ha frequentato la terza media a Trofarello. "Il preside dell’istituto - dice l'Anffas, associazione che si occupa di ragazzi con gravi handicap -,  nonostante il parere negativo di esperti e la richiesta della madre affinché rimanesse in terza media anche l’anno successivo, lo ha “licenziato”, quindi promosso, pur non avendogli fatto sostenere l’esame di Stato".

“Mio figlio - denuncia la mamma - non sa leggere e non sa scrivere. Mi sono sempre prodigata con numerose terapie affinché la sua situazione migliorasse. Ma arrivato in terza media ci siamo accorti che non era pronto per fare il salto successivo al liceo. Così ho chiesto al dirigente scolastico dell’istituto che venisse fermato un altro anno alle medie. Rimanere in un ambiente conosciuto, circondato da volti noti, è una condizione fondamentale per il benessere psicofisico del ragazzo. I cambiamenti, infatti, richiedono un certo tempo per essere metabolizzati ed accettati e comportano un notevole costo emotivo che può compromettere in modo significativo il suo benessere. Così - prosegue la donna - dopo aver richiesto il parere di diversi esperti, ho chiesto alla scuola se sarebbe potuto rimanere in terza media un altro anno.  In un primo momento hanno accettato, poi qualcosa è andato storto”.
Il giorno dell’inizio degli scritti, infatti, la mamma viene contattata dall’istituto. “Mi è stato chiesto come mai mio figlio non si fosse presentato agli esami, per me è stata una doccia fredda. E nonostante nemmeno in un secondo momento sia andato a sostenere l’esame, il preside ha deciso di promuoverlo lo stesso”.
Il motivo? “Non lo volevano più in quella scuola, mi sono sentita cacciata dall’istituzione scolastica” spiega la donna. Così Paolo, senza neppure aver frequentato l’esame, è stato ritenuto idoneo a frequentare il liceo. Ha cambiato scuola e il nuovo istituto, non essendo stato avvertito per tempo, non ha potuto neppure garantirgli il percorso di inserimento graduale e oggi non gli sono state neppure assegnate le ore di educativa richieste". Dalla scuola ribattono: "Il collegio docenti ha ritenuto idoneo il ragazzo a sostenere gli esami di terza media, rapportati alla sua situazione. E' stata la madre a non volerlo portare. Noi abbiamo rilasciato un certificato ad hoc con il quale poteva iscriverlo in qualunque scuola superiore. Avevamo già trattenuto il ragazzo un anno in più del dovuto, non lo abbiamo abbandonato".. 
 

Cronaca
TROFARELLO - Assalto ad un negozio di alimentari, per rubare la miseria di 50 euro
TROFARELLO - Assalto ad un negozio di alimentari, per rubare la miseria di 50 euro
I carabinieri sono intervenuti la notte scorsa per un furto ad un punto commerciale lungo via Torino. I malviventi hanno forzato la porta e puntato la cassa, portando via pochi spiccioli.
TANGENZIALE - Caselli gratis a medici e operatori sanitari fino al 13 aprile
TANGENZIALE - Caselli gratis a medici e operatori sanitari fino al 13 aprile
Lo ha deciso la società Ativa, che gestisce la rete. Chi opera nel mondo sanitario deve spedire l'autocertificazione in vigore con il decreto e indicare se abbia o meno l'abbonamento telepass.
PIOSSASCO - Salgono a 6 i deceduti in città per il virus, 13 ricoverati e altri 11 positivi a casa
PIOSSASCO - Salgono a 6 i deceduti in città per il virus, 13 ricoverati e altri 11 positivi a casa
Il sindaco Pasquale Giuliano ha reso noto, nel suo bollettino settimanale, la situazione in città. Raddoppiato il numero dei morti rispetto allo scorso venerdì. "Stanchi ma grazie dei gesti di solidarietà"
CARMAGNOLA - Il Comune distribuisce le mascherine: in città 68 persone positive al virus
CARMAGNOLA - Il Comune distribuisce le mascherine: in città 68 persone positive al virus
Il sindaco Ivana Gaveglio ha annunciato che da lunedì partiranno le consegne dei dispositivi di protezione facciale per le famiglie residenti. Uno per nucleo, lavabili e riutilizzabili. Sono 170 le persone in quarantena.
NICHELINO - La rom si rifiuta di andare in ospedale. E i parenti colpiscono l'ambulanza con una sassaiola
NICHELINO - La rom si rifiuta di andare in ospedale. E i parenti colpiscono l
Il mezzo della croce rossa di Moncalieri aveva risposto ad una chiamata del 118 al campo rom di via Santhià. La donna doveva essere portata al Santa Croce ma non ha voluto. E lì è partito il lancio di sassi
CARIGNANO - Salta in aria il bancomat della banca Sella nella notte
CARIGNANO - Salta in aria il bancomat della banca Sella nella notte
Una banda armata di un sistema esplosivo ha colpito in via Umberto I. I carabinieri sono arrivati subito sul posto ma i malviventi si erano già allontanati con i soldi. Intervenuti anche i vigili del fuoco volontari
CARMAGNOLA - Doppio incendio nella notte: a fuoco le serre in via Novara e un cumulo di rifiuti
CARMAGNOLA - Doppio incendio nella notte: a fuoco le serre in via Novara e un cumulo di rifiuti
Notte di lavoro per i vigili del fuoco volontari della città del peperone. Intorno alle 3 sono andate a fuoco due coperture di coltivazioni, all'interno di aree comunali date in gestione. Poco dopo, un incendio di rifiuti alla Motta
NICHELINO - Tamponi in auto davanti al poliambulatorio per controllare se i positivi al virus sono guariti
NICHELINO - Tamponi in auto davanti al poliambulatorio per controllare se i positivi al virus sono guariti
L'Asl To 5 ha impostato, a partire dalle 13, un lavoro all'esterno della struttura per 80 pazienti che erano stati contagiati dal covid 19 e che da 15 giorni non presentano più i sintomi. Sul posto anche carabinieri e polizia locale
MONCALIERI - Stop alla sosta a pagamento e chiusura dei cimiteri fino al 13 aprile
MONCALIERI - Stop alla sosta a pagamento e chiusura dei cimiteri fino al 13 aprile
Il sindaco Montagna: "Nuova interpretazione del Governo che riguarda supermercati: possono rimanere aperti anche nel weekend, sempre limitatamente alla vendita dei prodotti consentiti dai decreti"
PIOSSASCO - Dopo i danni dell'alluvione, torna a scorrere il Sangonetto
PIOSSASCO - Dopo i danni dell
E' stata necessaria un'ordinanza del sindaco Pasquale Giuliano per avviare i lavori di ripristino delle condizioni normali. "Ringraziamo i consorzi irrigui per la direzione dell’intervento manutentivo"
Le news di Moncalieri, Nichelino e cintura le trovi su TorinoSud.it
Le notizie di Moncalieri, Nichelino e Torino Sud le trovi su TorinoSud.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: Torino Sud in tempo reale!
TorinoSud è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore