L’amministrazione comunale di Vinovo ha approvato il progetto definitivo che porterà il palazzo comunale ad autoprodursi energia elettrica e calore, risparmiando sui consumi e impattando meno sull’ambiente. Il piano prevede l’inserimento di una turbina lungo il canale che un tempo dava forza al vecchio mulino, collegata al palazzo comunale. Da qui si ricaverà l’energia per dare forza alle pompe di calore che sostituiranno il normale riscaldamento e per accendere le luci led a impatto bassissimo. Il palazzo civico vinovese si prepara così ad essere tra i primi municipi d'Italia a zero emissioni. "Quando si chiede ai propri cittadini di impegnarsi su un fronte - spiega il sindaco, Gianfranco Guerrini -, anche l'amministrazione comunale deve dare il buon esempio ed essere la prima ad avviare un circuito virtuoso".

Galleria fotografica

Articoli correlati