Tornano gli appuntamenti con Dinner in the Sky, il ristorante tra le nuvole per chi vuole provare il brivido di mangiare e brindare ad alta quota. Il format ideato da David Ghysels e famoso in tutto il mondo (Las Vegas, Dubai, Bruxelles, Londra alcune delle città internazionali che lo hanno ospitato), dopo la tappa estiva a San Benedetto del Tronto, farà rotta nuovamente a Cattolica, in provincia di Rimini, località che lo scorso aprile aveva ospitato l'evento inaugurale. Quindi toccherà a Carmagnola dal 27 al 29 settembre, nell’ambito della Festa di San Michele. In programma pranzi, aperitivi, cene, brunch e degustazioni di cocktail. 
 
Dinner in the Sky è una struttura sostenuta da una gru che ospita 22 commensali comodamente seduti intorno al tavolo e uno staff di 4 persone al suo centro: uno chef, due camerieri e un tecnico. L'evento può coinvolgere anche centinaia di partecipanti, grazie a un parterre con gazebo per intrattenere a terra gli ospiti mentre attendono il loro turno per salire a brindare.
 
I commensali arrivano sul posto almeno 30 minuti prima, accolti delle hostess che ne effettuano la registrazione prima di accompagnarli nella zona ‘hospitality’ per un aperitivo di benvenuto. Successivamente vengono accompagnati due alla volta alla piattaforma dove vengono allacciati ai sedili, in stile Formula 1, dal personale di sicurezza. Una volta che tutti hanno preso posto, inizia un countdown di 10 secondi per salire in cielo dove si svolge l'evento.
 
Ad idearlo è stato l’imprenditore belga David Ghysels. Dal 2006 ad oggi sono stati oltre 10mila gli eventi targati Dinner in the sky e ben 65 le Nazioni del mondo in cui ha fatto tappa. 

Galleria fotografica

Articoli correlati