Dal monitoraggio condotto dalla Regione Piemonte, nella settimana dal 20 al 26 dicembre, la situazione del contagio nelle scuole registra un aumento dei focolai e delle quarantene, seppur contenuto rispetto alla totalità delle classi scolastiche presenti sul territorio piemontese.

Nel dettaglio, i focolai passano da 172 a 255: 5 nei nidi (età 0-2 anni), 28 nelle scuole dell’infanzia (3-5 anni), 121 nelle scuole primarie (6-10 anni), 38 nelle scuole secondarie di 1°grado (11-13 anni), 63 nelle scuole superiori (14-18 anni). 

Le quarantene diventano invece 1.035 (erano 817 la scorsa settimana): 16 nei nidi, 128 nelle scuole dell’infanzia, 430 classi nelle scuole primarie, 188 classi nelle scuole secondarie di 1° grado, 273 classi nelle scuole superiori. 

INCIDENZA DEL CONTAGIO NELLE FASCE DI ETÀ SCOLASTICHE
In età scolastica, nella settimana dal 20 al 26 dicembre, l’incidenza, ovvero i nuovi casi settimanali su 100 mila per le specifiche fasce di età, è in aumento rispetto alla settimana precedente (13-19 dicembre). La crescita maggiore nella fascia tra i 14 ed i 18 anni: i casi sono 705.7 (+76,6%). A seguire, la fascia 0-2 anni: 300 nuovi casi (+60,5%). La fascia 3-5 anni registra 464.7 nuovi casi (+36.9%). La fascia tra i 6 ed 10 anni si conferma quella con più casi: sale a 1.033.6 (+34,6%). Nella fascia 11-13 anni i casi sono 705.3 (+26,3%).

SCREENING SCUOLA SICURA PIEMONTE
Sono ad oggi 483 le scuole elementari e circa 18.930 i piccoli studenti che hanno aderito allo screening del Piano Scuola Sicura della Regione Piemonte, che prevede ogni 15 giorni un test salivare a scuola su base volontaria. Più di 500.000 i test salivari acquistati dal Piemonte per gli screening. 183 invece le scuole medie aderenti, con circa 3.700 studenti che si sottopongono a un test ogni mese presso gli hotspot delle Asl.

Galleria fotografica

Articoli correlati