Un tranquillo pomeriggio di calcio all'insegna del divertimento e della sana competizione. Poi uno scontro di gioco, come tanti prima e dopo quel minuto del match e di altre partite, ed ecco gli attimi di apprensione e paura, ma per fortuna tra i 22, anzi 23 in campo, c'è un giovane eroe con la divisa da arbitro, Ayoub El Ghrabli della Sezione di Nichelino, che interviene senza perdere tempo in soccorso del calciatore. E' successo a Borgaro e a darne notizia è la stessa società con un post sui suoi canali ufficiali social.

«Auguri Alessandro, grazie Ayoub - spiegano dal Borgaro - un normale sabato di calcio ha rischiato di trasformarsi in dramma. Sul nostro campo si svolgeva la gara della categoria Juniores, si contrapponeva ai nostri colori il Vanchiglia. Nel corso del primo tempo dopo un normale scontro di gioco il nostro portiere Alessandro Barale cadeva pesantemente a terra. Che la botta fosse stata pesante si è capito subito anche dagli spalti, che fosse ben più grave di una semplice botta l’ha capito immediatamente l’arbitro che è subito accorso bloccando a terra il giocatore per impedirne qualsiasi  pericoloso movimento».

«Lunghi e interminabili minuti, sino all’arrivo dell’ambulanza per un immediato trasporto all’ospedale. Fortunatamente oggi le condizioni di Alessandro sono migliorate e il ritorno a casa, seppur con le dovute precauzioni è stato un sollievo - concludono dal club gialloblù - ancora auguri Alessandro per una pronta guarigione. Per sempre grazie Ayoub dalla società e dal mondo calcistico per il tuo fondamentale intervento».

.Nell'attesa dell’arrivo dell’ambulanza infatti, l'arbitro, grazie alla preparazione da soccorritore del 118, ha continuato a soccorrere e supportare il ragazzo che lamentava dolori causati dalla caduta rovinosa sul terreno non riuscendo più a muovere nemmeno le gambe. In seguito all’arrivo dell’ambulanza, che ha provveduto a trasportare il giovane calciatore in ospedale, la gara ha avuto regolare svolgimento, terminando poi 3-3..

All'uscita dal terreno di gioco, il pubblico presente ha accompagnato con un grande applauso ed ovazione l'arbitro protagonista della giornata. In merito all’episodio Ayoub ha affermato: «Non sono un eroe, ma credo solo di essermi trovato nel posto giusto al momento giusto. Ho agito spontaneamente. Quando mi sono reso conto dell’accaduto sono uscito dai panni dell’arbitro per entrare in quelli del soccorritore. In quel momento non pensavo più alla partita, ma solo all’incolumità del giocatore. Sono molto contento che stia bene e non abbia subito altri traumi».

Galleria fotografica

Articoli correlati