7 indagati, 3.921 persone controllate, di cui 679 persone con precedenti. 230 pattuglie impegnate nelle stazioni e 21 in abiti civili per attività antiborseggio. 85 i servizi di vigilanza a bordo treno per un totale di 108 treni presenziati. 24 i servizi lungo linea e 33 di ordine pubblico. Questi i risultati dell’attività settimanale, dal 4 al 10 ottobre 2021, del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta. 

Durante la settimana sono stati disposti mirati servizi di vigilanza e contrasto alla microcriminalità presso alcune stazioni non presidiate dal personale di polizia, con l’impiego di pattuglie nelle ore pomeridiane e serali, anche a bordo treno tra cui, nella provincia di Torino, Carmagnola, Moncalieri, San Benigno Canavese e Rivarolo Canavese; nella provincia di Cuneo, Mondovì e Fossano.

A Torino Porta Nuova un 44enne italiano è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale e sanzionato per ubriachezza molesta. Ritrovato a vagare in stato confusionale all’interno della stazione ha subito tentato di eludere il controllo opponendosi all’accompagnamento presso gli uffici di polizia, dove è stato identificato e denunciato.

Due i minori rintracciati, un italiano che si è allontanato da casa, riconsegnato alle cure della famiglia ed un minore straniero, affidato ad una comunità di accoglienza della città.

Un ventiseienne somalo è stato nuovamente sanzionato per reiterata violazione all’ordine di allontanamento dalla stazione e per attività abusiva di parcheggiatore nell’area adiacente. Dal controllo è stato rinvenuto dello stupefacente tipo hashish, per cui è stato sanzionato amministrativamente per il possesso e la sostanza sequestrata; mentre un quarantaseienne romeno è stato indagato per violazione al Daspo Urbano, emesso dal Questore di Torino lo scorso mese di marzo.

Galleria fotografica

Articoli correlati