Dopo infinite polemiche, accuse ed esposti è stato approvato a tarda notte dal Consiglio comunale il progetto di riqualificazione dell'area ex Dea. L'astensione del Movimento 5 Stelle ha dato il via libera al piano che, dopo 10 anni di discussioni, potrebbe quindi finalmente partire. Per il sindaco dimissionario Paolo Montagna si tratta dell'ultima vittoria nel parlamentino moncalierese che ha confermato una volta di più la frattura insanabile con il gruppo dei Moderati. Decisivo, quindi, si è rivelato il ruolo del M5S, come sottolinea il capogruppo Luca Salvatore: «Abbiamo fatto una scelta di responsabilità. Questo progetto non ci piace, ma era importante evitare che la Città fosse messa sotto scacco da una richiesta risarcitoria di tre milioni di euro presentata dalla proprietà»

 

 

Galleria fotografica

Articoli correlati