Un pensionato di 90 anni è stato raggirato pichi giorni fa da due uomini, con la classica truffa dello specchietto. Si sono avvicinati a lui con un'auto di grossa cilindrata nella zona di strada Marsè, obbligandolo a rallentare. Una volta scesi, gli hanno fatto vedere dei segni sulla carrozzeria, spiegando che pochi metri prima era stato lui a toccarli. Disorientato, l'anziano è però riuscito a mantenere lucidità e a respingere la prima richiesta dei due malciventi: 600 euro. Si sono poi accordati per 200. Il malcapitato è stato anche accompagnato al bancomat dai due soggetti, per assicurarsi che la truffa andasse a buon fine. Solo qualche ora dopo l'anziano ha capito che era stato vittima di un raggiro e ha chiamato i carabinieri. I "danni" sulla carrozzeria, altro non erano che due strisce disegnate con il pennarello.

Galleria fotografica

Articoli correlati