Avevano chiamato il 118 perche una donna rom accusava i sintomi del covid 19: tosse e problemi a respirare. Ma quando l'ambulanza è arrivata al campo rom di via Santhià di Nichelino, la squadra di volontari ha passato un brutto quarto d'ora. I sintomi che pativa la rom erano evidenti e non si poteva fare altro che portarla all'ospedale di Moncalieri. A quel punto però, la donna ha cominciato a dare di matto. Non voleva essere ricoverata lì perchè in passato dei suoi famiglairi avrebbero avuto dei problemi. Poco dopo, a supporto della rom che nel frattempo era scesa dal veicolo, sono arrivati alcuni parenti che hanno cominciato a tirare sassi contro l'ambulanza, rovinando la carrozzerria e uno specchietto retrovisore. A quel punto, l'equipe di soccorritori si è allontanata per evitare il peggio, chiamando i carabinieri che hanno poi avviati gli accertamenti del caso.

Galleria fotografica

Articoli correlati