Regione e Gtt hanno pubblicato le linee guida per accedere ai bonus destinati ai pendolari della tratta Sfm 1 abbonati, vittime dei continui ritardi dei convogli. "Gli abbonati - si legge nella nota Gtt -, hanno diritto ad un indennizzo utilizzabile per il rinnovo del successivo abbonamento mensile, plurimensile o annuale in caso di mancato rispetto degli standard di puntualità o affidabilità previsti dal contratto di servizio". Peccato che il contributo non sarà per tutti i passeggeri. Hanno diritto al bonus per i disservizi registrati sulla linea sfm1 nel mese di maggio 2020 i passeggeri che intendono rinnovare nel mese di settembre 2020 un abbonamento mensile o plurimensile, comprendente almeno una zona Formula R, S o T oppure 2 stazioni  tra Pont e Feletto. Esclusi quindi quelli della zona A, ossia i residenti della cintura sud che usufruiscono del tratto di linea che collega Trofarello a Torino. Come se i ritardi non influissero anche su chi sale sui treni nella parte più vicina a Torino.

Galleria fotografica

Articoli correlati