'In questo ultimo periodo abbiamo ricevuto diverse segnalazioni dai cittadini rispetto a movimenti sospetti tra i comuni di Moncalieri, Nichelino e la periferia sud di Torino. Pusher che usano gli autobus per contrattare e dare appuntamenti al cliente di turno. E il tragitto spesso e volentieri parte dalle città di cintura e arriva nella zona di via Artom e parco Colonnetti". E' la denuncia di Davide Schirru, referente per il Piemonte dell'Associazione Italiana Lotta agli Abusi, che punta il dito sulla sempre più assidua presenza di spacciatori nelle tratte di confine tra Torino e la cintura sud. "La sensazione - rimarca Schirru -, è che questo periodo di quarantena, e quindi di minor presidio del territorio da parte di cittadini e associazioni, possa aver agevolato il fiorire di attività illecite. Auspichiamo che le Forze dell'Ordine non perdano d'occhio la situazione, prima che tali attività si possano radicare, riportando alcune zone indietro nel tempo".

Galleria fotografica

Articoli correlati