In principio furono solo gli alimentari, per ovvie ragioni, ad avere il pressochè monopolio delle consegne a domiciio per quelle persone costrette in casa e per evitare alla cittadinanza in generale di uscire di casa. Poi, dopo la "liberalizzazione" a tutti i negozi, anche le altre categorie merceologiche si stanno attrezzando per portare negli appartamenti i diversi articoli richiesti in questi giorni difficili. Soprattutto il materiale di cartoleria per intrattenere i bambini costretti a casa. Da giorni, i genitori chiedevano la possibilità di acquistare pennarelli, matite e cancelleria varia per permettere ai piccoli di passare il tempo. Disegnando, scrivendo e, per i più grandicelli, anche per seguire la didattica on line che ormai quasi tutte le scuole hanno attivato. E così, a casa arriverà anche il necessario dalle cartolerie, come hanno già previsto alcuni negosi di Rivalta.  

Galleria fotografica

Articoli correlati