Lavori socialmente utili non svolti, primo cittadino verso il processo. Guai in arrivo per il sindaco di Moncalieri, Paolo Montagna. La procura ha chiesto per lui il rinvio a giudizio perché, secondo l'accusa, non avrebbe mai ottemperato ai lavori socialmente utili previsti dalla messa alla prova per il presunto reato di accesso abusivo a sistema informatico.

E’ stata già fissata la data dell'udienza preliminare: il 23 giugno prossimo. Insieme al primo cittadino di Moncalieri, che è difeso dall'avvocata Maria Turco, sono imputate altre sette persone. Queste ultime avrebbero svolto o permesso di svolgere delle messe alla prova fittizie in uno degli uffici tecnici del Comune di Moncalieri e al Nucleo trasmissione della protezione civile locale.

L'inchiesta è stata coordinata dal pm Gianfranco Colace e condotta dai carabinieri. Secondo le analisi e accertamenti svolti dai militari dell’Arma risulterebbe che «Paolo Montagna, nelle ore in cui aveva certificato di aver svolto la messa alla prova in ospedale, risultava invece presente all'interno del Municipio o in altri luoghi». Si va invece verso l'archiviazione da tutte le accuse per il presidente dell'associazione di volontari che assiste malati psichiatrici alle Molinette, Sergio Gaiotti.

 

Galleria fotografica

Articoli correlati