Una famiglia sudamericana di origini nichelinesi ha realizzato il suo sogno. René Forneris, nato in Argentina, con nel cuore il desiderio di rivedere la terra di origine della sua famiglia, è arrivato a Nichelino prima che scoppiasse la pandemia covid-19. Qui, grazie all’aiuto di un omonimo conosciuto pochi mesi prima su un social network, ha scoperto che la casa di suo nonno, dove l'uomo era nato pochi anni prima della partenza per l'America avvenuta a fine ‘800, esisteva ancora. E' stata una scoperta che ha scaldato il cuore di René giunto a Nichelino con la famiglia.
 
Non solo: gli argentini hanno ricevuto il benvenuto dall'amministrazione comunale, nelle persone dell’assessore ai Grandi Eventi Giorgia Ruggiero, del sindaco Giampiero Tolardo, e della responsabile dell’archivio storico del Comune di Nichelino Gabriella Mosso. Dopo i saluti in Municipio, hanno visitato la chiesa S.S. Trinità, accolti sul sagrato da don Riccardo Robella e poi, accompagnati dal geometra Giuseppe Cerutti, hanno finalmente avuto il tanto desiderato appuntamento con l'ex casa del nonno sita in via del Castello a Nichelino, dove l’emozione ha raggiunto l’apice.
 
Il tutto è stato reso possibile anche grazie alle conoscenze storiche del dottor Franco Alessio. Una bella storia, che passata la pandemia e il blocco dei viaggi, potrà riservare nuove puntate. Per i Forneris, Nichelino è diventata un luogo del cuore.

Galleria fotografica

Articoli correlati