Lo scorso 18 ottobre è stato assegnato un alloggio popolare in Via A.Moro di Borgaretto ad una famiglia rom. Si tratta di un nucleo che abitava in un terreno vicino al campo nomadi comunale, demolito diversi mesi fa. Dopo aver raso al suolo quel campo, alcuni sono tornati ad abitare in altri appezzamenti privati vicino al cimitero. Il Consigliere Comunale della  Lega, Daniel Cannati, ha alzato la polemica  “Siamo molto preoccupati per quanto sta accadendo. E’ la seconda assegnazione di alloggi popolari ad una famiglia rom nell’arco di un anno e mezzo. Dallo scorso giugno, diverse famiglie nomadi sono tornate a stabilirsi nei terreni vicino al cimitero di Borgaretto (oltre a tre famiglie che sono da sempre stanziali nei terreni di fronte al campo originario), occupando terreni che, seppur di loro proprietà, sono agricoli e quindi non hanno scopo abitativo, il tutto senza che l’amministrazione prendesse il minimo provvedimento". Dal Comune spiegano che l'assegnazione della casa popolare alla famiglia rom arriva dopo che il nucleo era iscritto alle liste di attesa dal 2013. Ed è arrivato il proprio turno. Ci sarà anche un controllo per evitare che il terreno di proprietà dove abitavano fino ad oggi, venga "affittato" ad altri nomadi.

Galleria fotografica

Articoli correlati