Pagava fatture false emesse da una ditta individuale di Carmagnola, per alterare la contabilità della sua azienda e ridurre l'imponibile così da aggirare il fisco. L'uomo, che operava in provincia di Bra, è indagato dalla Procura dopo una verifica effettuata dalla Guardia di Finanza. Avrebbe evaso l'Iva per circa 100 mila euro all'anno. Circa 180mila euro di imponibile non dichiarato e a 60mila euro di imposta sul valore aggiunto indebitamente compensata le cifre contestate per l’anno 2019, in un periodo nel quale la ditta che avrebbe fatto da fornitrice di fatture fittizie non era peraltro più attiva.

All’uomo viene inoltre contestato di aver messo in piedi un’operazione societaria di facciata con la cessione al figlio di quote dell’azienda, in questo caso col fine di rendere inefficaci le procedure che l’Agenzia delle Entrate aveva avviato nei suoi confronti per il recupero di imposte pregresse per gli anni 2013 e 2014.
 

Galleria fotografica

Articoli correlati