Resta in carcere alle Vallette, Luciano Cavallo, il 52enne autore dell'omicidio dell'altro giorno a Carmagnola, vicino all'agriturismo Ca' Matilda. Questa mattina l'uomo è comparso in tribunale, ad Asti, per l'udienza di convalida dell'arresto. Davanti al giudice, Cavallo ha ammesso le sue responsabilità. Al culmine di una lite con Valter Sansò, la vittima dell'aggressione, Cavallo ha estratto un coltello e ha colpito l'uomo più volte. Alla base della lite, però, non ci sarebbero solo motivi professionali, come hanno ipotizzato gli investigatori nelle ore immediatamente successive all'omicidio.

Sansò, infatti, 55 anni, era stato assunto da poco come giardiniere all'interno della struttura dove Cavallo, da un paio d'anni, si occupava della ristorazione. L'altro giorno, dopo l'ennesimo diverbio, Cavallo ha preso un coltello da cucina e ha colpito Sansò, rincorrendolo lungo il vialetto che collega la struttura alla provinciale, dopo averlo già ferito nel cortile dell'agriturismo. Le indagini degli investigatori stanno cercando in queste ore di fare piena luce sull'accaduto.

Galleria fotografica

Articoli correlati